Parlamentarie 5 stelle: in Tuscia i pentastellati escludono i migliori, il cambiamento parte da qui

Le parlamentarie dei 5 stelle saranno anche lo strumento di democrazia più efficace possibile, però continuano a far discutere in tutta Italia ed anche in Tuscia: si annunciano migliaia di ricorsi contro le decisioni prese da chi di dovere, le esclusioni eccellenti sono tante e ancora non motivate ufficialmente, uno viene escluso e non sa il perchè e difficilmente lo saprà insomma. In Tuscia fanno ancora discutere le esclusioni del neurochirurgo Carlo Pizzoni e del suo programma di servizio a favore della Sanità Pubblica, della professoressa di filosofia Valeria Bruccola, di Soriano, molto stimata non solo nel sua ambiente, e della storica attivista Elisa Galeani, di Tarquinia, dimissionaria assistente di Silvia Blasi e molto apprezzata per il lavoro fatto per il movimento. Un movimento che premia i migliori non si riesce a capire come abbia potuto negare di partecipare alla “corsa” a tre personaggi che avrebbero potuto rappresentarlo nel migliore dei modi, lo stesso movimento che permette che un candidato sindaco a Viterbo venga eletto con 5 voti (tra cui il suo), votato in pratica  da un attivista su 5 ( cosa che fa ben più pensare di qualche piccolo, possibile e misterioso intoppo burocratico): ma siamo sempre lì, tutta la politica agisce in malafede  tranne loro, i 5 stelle, questo è il diktat dei pentastellati, chi non lo accetta è un “servo del sistema”.

(pasquale bottone)

 

foto di repertorio

 

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *