Panunzi veleggia verso il Parlamento e la sinistra viterbese si accoda: lo sostituirà la Troncarelli in Regione?

Ormai tutta la sinistra viterbese di “non osservanza” fioroniana guarda a lui come al proprio salvatore, unico punto di riferimento possibile: con la frequentazione assidua del Presidente della Regione Zingaretti oramai il consigliere Enrico Panunzi ha visto notevolmente aumentare la sua influenza sul territorio ed in alcuni settori, specie la Sanità, è considerato stella politica di prima grandezza. Non amato ma tollerato da Sposetti, “orlandiano” di fresco passaggio, Panunzi si sta preparando alle prossime politiche con ambizioni crescenti: stavolta ha espresso chiaramente la volontà di presentarsi come candidato ( Camera o Senato ancora da stabilire) e nulla gli farà cambiare idea. Una candidatura, la sua, che potrebbe presto portare l’assessore comunale Troncarelli in Regione e che costringe Mazzoli, come abbiamo già scritto, a trovate rifugio nella natìa Frosinone: comunista di antica data poi passato al liberismo piddino, Panunzi può contare su molte amicizie trasversali quali Ugo Gigli, ad esempio, un rapporto proficuo nato ai tempi dell’Ater: come macchina raccogli-consensi può contare sul poliziotto sindacalista Enzo Troncarelli  (padre di Alessandra) , deus ex machina anche della campagna per le primarie Pd (Orlando a Viterbo ha ottenuto molti più voti rispetto alle altri parti d’Italia): Tutto pronto quindi per le prossime politiche, Panunzi veleggia a gonfie vele verso la conquista del Parlamento, cui siederà al fianco della fioroniana prescelta Luisa Ciambella, predestinata già da anni a rappresentare a Roma il suo mentore non sicuro della riconferma.

(p.b.) 

foto etrurianews

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *