Nella Viterbo di Fioroni e degli “elfi” a 3 euro all’ora i “professionisti” rubano per fame: è successo al Conad

Nonostante la visita del Premier Gentiloni e i giorni di firme illustri per  grandi investimenti previsti per le periferie cittadine,  nonostante gli osanna che accompagnano l’inizio della seconda edizione del Christhmas Village, le emergenze sociali a Viterbo sono sempre più vistose e preoccupanti: abbiamo parlato della disoccupazione ( e della sottoccupazione) in aumento considerevole, di una città dei papi che continua a non voler vedere il problema attraverso le sue istituzioni e le sue classi dirigenti che preferiscono chiudersi in giri sempre più chiusi ed autoreferenziali: eppure anche le classi medie  sono coinvolte in prima persona dal problema. Metti il caso del professionista (lo scrive viterbonews) di 44 anni trovato a rubare un pollo alla Conad di Via Garbini: scoperto da un commesso e portato in questura dalla Polizia si è rivelato essere non nuovo a queste iniziative: ma probabilmente la denuncia non sarà scattata nei confronti dell’uomo, di aspetto signorile e ben vestito: con tutto quello che di oscuro succede in città ci mancherebbe altro che uno fosse condotto agli arresti per la sottrazione di una “gallina” al supermercato. Nella Viterbo dei grandi annunci fioroniani, degli “elfi” pagati  3 euro all’euro all’ora al villaggio di Natale, della distribuzione “mafiosa” di clientele e prebende, la povertà colpisce sempre più le persone perbene: perchè merita molto più rispetto (nell’errore “reato”  che compie…) chi ruba un pollastro che chi continua a sottrarre dalle  case pubbliche denaro solo pe sè e per i suoi.

(pasquale bottone)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *