Home Cultura Museo Monastero Santa Rosa: 2500 euro per 7 giorni di pubblicità: il Comune paga un banner su Tusciaweb fuori ogni regola di mercato e di buon senso…. La solita Viterbo, sempre peggio
Museo Monastero Santa Rosa: 2500 euro per 7 giorni di pubblicità: il Comune paga un banner su Tusciaweb fuori ogni regola di mercato e di buon senso…. La solita Viterbo, sempre peggio

Museo Monastero Santa Rosa: 2500 euro per 7 giorni di pubblicità: il Comune paga un banner su Tusciaweb fuori ogni regola di mercato e di buon senso…. La solita Viterbo, sempre peggio

0
0

Il Comune di Viterbo con la determinazione di spesa 3687 DEL 31/08/2017 ha affidato alla testata tusciaweb la promozione della Mostra presso il Monastero di Santa Rosa per la durata di 7 giorni per l’importo complessivo di 2500 euro più Iva. Adesso nessuno vieta al Comune di fare pubblicità, ma è mai possibile che per una pubblicità locale on line (quindi non una operazione d’immagine con l’acquisto di una pagina su un quotidiano nazionale) Palazzo dei Priori sborsi 357 euro al giorno (comprese di iva)?. Sembra davvero un pagamento esagerato e fuori da ogni logica che non sappiamo da quale esigenza parta e quale utilità abbia per la collettività. Sa tanto di “favore” , di strategia di controllo della stampa in vista delle prossime comunali: calcoliamo che una pubblicità annuale media su un giornale virtuale che abbia un buon numero di visitatori al giorno va tra i 1200 e i 1500 euro totali, perchè in questo caso abbiamo un banner di 7 giorni che vale quasi quanto quello di uno sponsor di due anni? Veramente si resta sconcertati di come questa città più affondi più diventi cosa privata di amministrazioni molto di parte che, senza bandi di concorso e senza spiegazioni ufficiali favoriscono chi meglio credono che pagano lautamente anche per servizi minimi. Destano sorpresa anche i 1200 euro concessi all’altra testata on line Tusciaup anche ad essa per soli 7 giorni di promozione: e non si capisce quale progetto abbia portato poi lo stesso Comune ad affidare all’Agenzia Manzoni un budget di ben 8000 euro per la pubblicità sulle testate seguite da quest’ultima. Si calcoli che una pagina sulle edizioni romane de “Repubblica” e “Il Corriere della Sera” costa tra le 1200 e le 1500 euro, cifra con la quale si può ottenere anche un buono spazio sul nazionale “Il Fatto”, su “Internazionale” e i visitatissimi portali affari italiani e linkiesta. L’obiettivo insomma era quello di promuovere l’immagine del Museo di Santa Rosa a livello nazionale o di rimpinguare le casse di qualche giornale amico locale, anche in vista delle prossime comunali? Certo che Viterbo ogni giorno che passa si allontana dal mondo reale diventa luogo sperduto da Dio e dal mondo dove vige solo la legge dei favori e delle concessioni feudali.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close