Home Cronaca Montalto, riciclaggio di oro usato: un arresto della Guardia di Finanza
Montalto, riciclaggio di oro usato: un arresto della Guardia di Finanza

Montalto, riciclaggio di oro usato: un arresto della Guardia di Finanza

0
0

I Finanzieri della Compagnia di Tarquinia nei giorni scorsi hanno arrestato il rappresentante legale di una gioielleria -” compro oro” di Montalto di Castro in quanto ritenuto responsabile del reato di riciclaggio di oro usato, nonché effettuato il sequestro preventivo per equivalente avente ad oggetto il profitto del reato per oltre 25.000,00 euro.

Le indagini, coordinate e dirette dal Dott. Mirko Piloni, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia, sono state eseguite dai militari della Compagnia di Tarquinia al comando del Capitano Antonio Petti e sono scattate a seguito degli esiti di una verifica fiscale eseguita nei confronti di una gioielleria/compro oro gestita da due imprenditori di origini napoletane.

In particolare, le indagini hanno smascherato un’articolata attività di riciclaggio attuata attraverso plurime condotte simulatorie con le quali gli indagati, rispettivamente socio unico ed amministratore ed un dipendente (gestore di fatto) del negozio di preziosi, dopo aver ricevuto 297 monili d’oro per complessivi 1,5 kilogrammi di provenienza illecita, compivano attività dirette ad ostacolare la loro provenienza, attribuendone la proprietà a soggetti estranei ed iscrivendo i nominativi degli stessi, quali cedenti dei predetti monili, sui registri delle operazioni previste dall’art. 128 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.). Ciò veniva effettuato per dissimulare gli effettivi cedenti che in tal maniera sono rimasti ignoti.
L’oro così ricevuto veniva poi portato presso fonderie autorizzate ove a seguito della fusione se ne perdevano le tracce.

La condotta criminosa, perpetrata durante un lungo arco temporale (circa 4 anni), non è cessata neanche dopo l’avvio, nel mese di febbraio 2017, dei controlli della Guardia di Finanza di Tarquinia avendo gli indagati perpetuato il delitto in parola anche durante le indagini.
Alla luce di tali evidenze, il Dott. Massimo Marasca, G.I.P. presso il Tribunale di Civitavecchia, accogliendo la richiesta del Pubblico Ministero, ha disposto la custodia cautelare ai domiciliari di uno dei due indagati, C. A. di 26 anni, di origini campane, nonché ordinato il sequestro preventivo finalizzato alla confisca del profitto del reato di riciclaggio per circa 25.000,00 euro nei confronti dell’arrestato e della società coinvolta ai sensi degli artt. 25 octies d.lgs. n. 231/2007 e 648 bis C.P.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close