Home Politica Manifestazione Cobas a Roma contro il governo e il decreto sicurezza, la nota di Marco Prestininzi
Manifestazione Cobas a Roma contro il governo e il decreto sicurezza, la nota di Marco Prestininzi

Manifestazione Cobas a Roma contro il governo e il decreto sicurezza, la nota di Marco Prestininzi

0
0

L’intollerabile decreto “in-sicurezza”, intestato a Salvini e alla Lega ma sostenuto dai 5 Stelle che andrà convertito in legge entro il 3 dicembre, pur se in linea con la politica anti-migranti e “per l’ordine e la sicurezza” di Minniti e dei governi PD, costituisce un assalto senza precedenti contro il diritto di asilo dei migranti, e accentua ulteriormente il messaggio razzista e xenofobo con il quale il nuovo governo si è caratterizzato finora, alimentando odio e rancore verso i più deboli. E mentre distrugge fondamenta plurisecolari del vivere civile, il decreto aggredisce preventivamente, con una serie di provvedimenti intimidatori (DASPO, inasprimento delle pene) chiunque voglia manifestare la propria opposizione con iniziative di piazza, occupazioni di case, conflittualità sociale.

Alcuni dei punti più intollerabili riguardano la demolizione del diritto/dovere di asilo e di accoglienza per i migranti, la possibilità di negare la concessione della cittadinanza a chi ha sposato un/a cittadino/a italiano/a, l’estensione abnorme delle ipotesi di reato che consentono al giudice di allontanare il responsabili dalle case – famiglia, imponendo loro l’uso del braccialetto elettronico.

Vengono inoltre quasi eliminati il patrocinio gratuito per i migranti e lo SPRAR – cioè il sistema pubblico di accoglienza locale da parte dei comuni che, almeno nei modelli “virtuosi” come Riace, ha permesso di ripopolare paesi, trovare lavoro ai migranti e farli vivere in pace con gli stanziali.

Contro le politiche governative reazionarie, xenofobe, razziste e fomentatrici di odio verso i più deboli, contro il razzismo dilagante, la Confederazione dei Comitati di Base (COBAS) insieme a una vasta alleanza di forze sociali, sindacali e politiche, ha promosso per il 10 novembre una grande manifestazione nazionale, per il ritiro del decreto, per l’accoglienza e regolarizzazione per tutti/e, per esprimere solidarietà e piena libertà per Mimmo Lucano e per la difesa dell’esperienza di Riace, contro l’esclusione sociale, per dire NO ai respingimenti, alle espulsioni, agli sgomberi, contro il razzismo dilagante, la minaccia fascista, la violenza sulle donne, l’omofobia e ogni tipo di discriminazione.

Mimmo Lucano, il sindaco protagonista di quella grande e bella esperienza di Riace che il governo vuole stroncare, sarà in piazza e prenderà la parola dal palco di S. Giovanni.

 

Marco Prestininzi – COBAS provincia di Viterbo

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close