Home Politica Lavorare a Natale al freddo e al gelo per 45 giorni e 700 euro: mentre l’Ispettorato del Lavoro evita i malanni restando negli uffici riscaldati
Lavorare a Natale al freddo e al gelo per 45 giorni e 700 euro: mentre l’Ispettorato del Lavoro evita i malanni restando negli uffici riscaldati

Lavorare a Natale al freddo e al gelo per 45 giorni e 700 euro: mentre l’Ispettorato del Lavoro evita i malanni restando negli uffici riscaldati

0
0

L’Ispettorato del Lavoro con un recente comunicato ha risposto sia al nostro giornale che ad un noto sindacalista che in una nota stampa aveva evidenziato alcune situazioni lavorative che apparivano assai anomale rispetto alle leggi sul lavoro dopo aver ricevuto, come noi del resto, segnalazioni anonime in merito ad alcune manifestazioni natalizie cittadine. L’Ispettorato ha tenuto a precisare, poi, che può intervenire sia su denuncia sia per propria iniziativa di controllo: risulta allora del tutto incomprensibile perchè i dubbi di un sindacalista autorevole e di un giornale cittadino non siano sufficienti a spingere chi di dovere a degli accertamenti più approfonditi. Nessun contratto di lavoro prevede che persone possano essere impegnate 6/7 ore al giorno per 40/45 giorni senza ricevere un adeguato compenso nè i contributi: nè si capisce perchè i punti cardine di un contratto che riguardi 100/ 150 persone non possa essere reso pubblico in modo da far sì che tutto appaia chiaro e trasparente. Intanti i 150 lavoratori sottopagati continuano nella loro quotidiana opera al freddo e al gelo, magari all’Ispettorato del Lavoro, e non si può certo dare loro torto, preferiscono al momento non muoversi, per non incorrere in malanni, da comodi uffici riscaldati.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close