Home Cronaca La Viterbo che resiste: Shaker Caffè, la migliore tradizione italiana dopo la parentesi “cinese” a Via Garibaldi
La Viterbo che resiste: Shaker Caffè, la migliore tradizione italiana dopo la parentesi “cinese” a Via Garibaldi

La Viterbo che resiste: Shaker Caffè, la migliore tradizione italiana dopo la parentesi “cinese” a Via Garibaldi

0
0

Via Garibaldi, quasi all’incrocio con Via Carletti, ha sempre avuto, da molti decenni, un grande bar centrale, basti pensare a Il Bagaglino, notissimo locale attivo fino a 5 6 anni fa: la chiusura di quest’ultimo portò poi lo spazio ad un lungo periodo di anonimato, complice una gestione “cinese” dell’esercizio che contribuì a far precipitare quest’ultimo nel dimenticatoio cittadino. Una gestione che molti pensano ancora essere attiva, che ha invece lasciato da quasi tre anni, passando la mano a due soci romani che hanno rilevato il bar, Stefano e Claudio. “Non abbiamo nulla contro i precedenti gestori “orientali”-chiarisce quest’ultimo- ma teniamo a sottolineare che sono anni ormai che siamo noi ad occuparci dell’Ex Bagaglino, a volte non tutti lo sanno, anche perchè alcuni organi di informazione diedero molto spazio scandalizzati all’ingresso dei “cinesi”, ma si sono ben guardati dall’avvertire i cittadini che poi il locale lo avevamo acquisito noi che siamo di Roma e che ce la stiamo mettendo tutta per farlo tornare agli antichi splendori”. Ed in effetti lo Shaker Cafè (come ribattezzato dalla gestione capitolina) è un bar ora molto frequentato da un pubblico vasto ed eterogeneo da mattina a sera: specie per il suo caffè e i suoi cappuccini mattutini considerati ottimi da sempre più viterbesi, per le autoprodotte colazioni per pranzo, sempre un’offerta variegata per ogni esigenza, e per la cortesia e la disponibilità che proprietari e dipendenti mostrano nel loro contatto con il pubblico. “Ce la mettiamo tutta, cerchiamo di venire incontro in ogni modo alle esigenze dei viterbesi- aggiunge l’altro socio, Stefano- aprendo molto presto la mattina e restando aperti tutta la settimana, senza break. Ci piace partecipare al tentativo quotidiano di risvegliare il centro storico cittadino che ha molte potenzialità ancora inespresse: ci troviamo bene qui, e abbiamo in cantiere molte novità per i clienti, ma anche per chi ancora non ci conosce e avrà modo così di avvicinarsi a noi. I “cinesi” sono andati via (ride), veniteci a trovare”. La Viterbo che resiste nel caso specifico è fatta da gente che lavora quattordici ore al giorno, aiutata da due ragazze davvero in gamba, Veronica e Sonia, giovani ed infaticabili bar woman: lo Shaker Caffè non offre “cineserie”, ma tutti prodotti di qualità riconducibili alla migliore tradizione italiana.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close