La tragedia umana di Ermanno Fieno, probabile efferato killer della disperazione in una Viterbo sempre più povera e senza speranza per molti

Il disagio del 44enne Ermanno Fieno non nasce con il probabile omicidio di madre e padre (o solo madre): aveva manifestato chiari segnali di sofferenza in giro per la città di Viterbo, cupo e solitario, ed anche al Pronto Soccorso del Belcolle: era senza lavoro e la situazione stava diventando per lui sempre più insopportabile. Aveva tentato di aprire senza successo una piccola società import export, qualcuno asserisce di averlo visto più sere  al Bingo a tentare la fortuna (cosa che avrebbe poi potuto fargli contrarre dei debiti che sarebbero andati a gravare sul bilancio familiare), pare sia stato anche una volta sul punto di acquistare un’ auto senza copertura finanziaria. Era un uomo non più giovane che sentiva crescere in lui la disperazione per il non-lavoro, cosa che aveva pesantemente destabilizzato la sua psicologia. In una Viterbo sempre più povera e senza speranza per chi è fuori dal giro clientelare dei notabili, Fieno  non poteva confidare ad alcuno il suo dramma, in un ambiente cittadino ipocrita e cinicamente selettivo dove contava solo l’apparire, il finto benessere, esibito più che reale. Chissà se davvero non sarà stata la reazione sdegnata della mamma Rosa alla sua proposta di non denunciare l’avvenuta morte del padre per cause naturali (una delle ipotesi al vaglio ) per non perdere la sua pensione a scatenare la sua furia omicida, a farlo crudelmente infierire sulla povera donna. Chissà perchè avrà poi coperto i corpi con il cellophane, dopo aver pulito il sangue alle pareti e sparso un deodorante per casa per eliminare “l’odore della morte”, come pensava poi di cavarsela dopo un delitto così atroce, avvenuto in una casa così ordinata e ben arredata, abitata da pochi anni. No, non siamo in una atmosfera da “arancia meccanica”, siamo nella Viterbo dell’emarginazione del non-lavoro, nella provincia dei nuovi poveri di ogni classe sociale, in un laboratorio ideale di  killer della disperazione.

(pasquale bottone)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *