Home Cronaca La riflessione: Viterbo, la rapina alla gioielleria del centro e l’ombra lunga dei pentiti di camorra
La riflessione: Viterbo, la rapina alla gioielleria del centro e l’ombra lunga dei pentiti di camorra

La riflessione: Viterbo, la rapina alla gioielleria del centro e l’ombra lunga dei pentiti di camorra

0
0

Andiamo dicendo da tempo che la criminalità organizzata è la vera mente di tanti colpi e rapine a Viterbo e provincia: basti pensare al capo della banda che ha rapinato la gioielleria Bracci l’altro giorno. Un ultraquarentenne, pentito di camorra, ancora a processo come componente di un’altra banda di malviventi che aveva operato in zona e in altre parti del Lazio negli anni scorsi.

Come si vede quindi, nulla nasce a caso e la mafie sanno come riorganizzarsi: non si vede una chiara generale volontà politica di bonificare il territorio,  un problema serio che ha tutto per diventare seria emergenza.

Soprattutto non si ascoltano grida di allarme  della società civile al riguardo: sarebbero necessari segnali precisi di reazione da ogni dove. Arriveranno in tempo?

(r.s.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close