Home Politica La nota: San Pellegrino non può essere il quartiere della Movida, ma dal Comune solo imposizioni e nessuna alternativa
La nota: San Pellegrino non può essere il quartiere della Movida, ma dal Comune solo imposizioni e nessuna alternativa

La nota: San Pellegrino non può essere il quartiere della Movida, ma dal Comune solo imposizioni e nessuna alternativa

0
0

Che il quartiere di San Pellegrino non fosse propriamente adatto ad ospitare la movida giovanile lo sapevamo da sempre, il problema è che prima si è lasciato fare quello che non andava fatto ed ora improvvisamente di decide di cambiare rotta e di scegliere la strada del rigore e del divieto.

Ma la politica viterbese dov’era quando nacquero i primi locali nella zona? Qualcuno si alzò dal proprio scranno per opporsi e proporre alternative? No, si preferì non contraddirsi nessuno e dare ampio spazio all’iniziativa privata: così in questi anni è andato crescendo un nightclubbing da centrostorico sicuramente fuori luogo e rumoroso, ma frutto di investimenti di cui ora non ci si può dimenticare.

I proprietari di locali, a lungo graziati da totale disinteresse istituzionale, ora si trovano ad essere responsabilizzati in eccesso ed anche oltre le loro possibilità.

Il Comune impone, ma non affronta il problema alla radice che poi sarebbe quello di cominciare a pensare ad un altro luogo della notte per restituire a San Pellegrino la sua silenziosità e la sua unicità storica.

Palazzo dei Priori dovrebbe proporre, offrire ai proprietari di locali e ristoranti di San Pellegrino altri locali a prezzi vantaggiosi sfruttando anche il proprio patrimonio immobiliare e non lesinando invitanti sgravi fiscali agli imprenditori.

Un lavoro serio e lungo, che potrebbe durare tra gli 1 e i 2 anni e che alla fine dovrebbe portare ad un nuovo disegno della città del divertimenti e dello svago. Invece si preferisce la facile strada del proibizionismo rapsodico che nulla risolve abbandonando la strada del dialogo e del confronto: un’ altra ostinata prova di forza di un rappresentante della giunta Arena già naufragata in un mare di polemiche a nostro avviso giuste.

(..s.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close