Home Politica La nota di Pasquale Bottone: in una democrazia compiuta i diritti sociali vengono prima di tutto, l’esempio di Pertini, il dibattito “lunare” nel Pd e i ripetuti “assist” al populismo
La nota di Pasquale Bottone: in una democrazia compiuta i diritti sociali vengono prima di tutto, l’esempio di Pertini, il dibattito “lunare” nel Pd e i ripetuti “assist” al populismo

La nota di Pasquale Bottone: in una democrazia compiuta i diritti sociali vengono prima di tutto, l’esempio di Pertini, il dibattito “lunare” nel Pd e i ripetuti “assist” al populismo

0
0

Ormai il pd, profittando dello sciacallismo di certa stampa locale e nazionale, offre il fianco a dibattiti e divisioni interne stucchevoli e inutili che lo allontanano sempre più dalla sua (in molti casi ex) base.

E’ bastato un riferimento comparativo parecchio azzardato, ma evidentemente paradossale del candidato segretario regionale  Astorre, alla presenza costante di Casa Pound sul territorio a provocare l’inutile scialbo putiferio: come se l’antifascismo fosse questione di paragoni infelici e non di sostanza e di valori ormai introvabili.

La bufera  scoppiata è indice del livello pseudo scandalistico, gossipparo e spesso infimo dell’informazione nazionale al momento, che sulla crisi dell’editoria e della professione di giornalista dovrebbe fare lunga e seria autocritica.

Non credo che sia inesatto  dire che la sinistra per inseguire i diritti civili abbia smarrito la difesa delle emergenze sociali che attanagliano la vita del paese: e se è vero che i diritti civili non sono secondari a nulla, è anche vero che i cittadini con problemi di sopravvivenza, privi di indipendenza economica, spostano la loro attenzione sulla  sussistenza e possono inseguire il primo tribuno che prometta loro un reddito risolutivo.

Non può esserci libertà senza giustizia sociale e non può esserci giustizia sociale senza libertà” diceva il Presidente Pertini ed il suo pensiero è quanto mai attuale: una sinistra che  lo dimentichi ancora oggi è svuotata di ogni senso politico: non sarebbe male quindi che il dibattito nel partito democratico tornasse ad occuparsi in primis delle urgenze della popolazione del Belpaese, non sono gli accostamenti con questa o quell’altra forza populista o di ispirazione neofascista a scandalizzare (Casa Pound si è comunque regolarmente presentata alle elezioni e non ha mai nascosto la sua anima di destra sociale, che è un programma politico comunque, anche se non c’è nulla di più lontano dai dettami della costituzione repubblicana cui anche il sottoscritto tiene convintamente fede), tirarle fuori nella discussione  mi sembra inopportuno e inutile.

Il populismo trae forza dall’imborghesimento liberista delle forze cattoliche democratiche e progressiste, non solo in Italia, ma in molte parti del mondo, se il discorso non riparte da qui è pura accademia per isteriche verginelle.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *