La città brucia: intervista a Rinaldo Della Rocca, gestore della concessionaria al Poggino delle “12 auto bruciate”

La città brucia, sono tanti i casi di incendio chiaramente doloso accaduti nelle ultime settimane, tra cui quello relativo alle 12 auto mandate in fiamme al Poggino sul piazzale di una concessionaria, la D auto, gestita da Rinaldo Della Rocca che ha accettato di rispondere ad alcune nostre domande.

12 macchine bruciate, un bilancio per lei molto pesante…

“Pesantissimo, in tempi già non facili: con una tecnica precisa, poi, che fa capire che le macchine sono state incendiate una ad una, con il chiaro  scopo di distruggerle tutte. Devo ringraziare i Carabinieri con cui ho parlato molto a lungo dopo, anche se al momento siamo alle ipotesi, non sarà facile scoprire chi è stato, delinquenti in ogni caso di professione”.

Tutti questi incendi dolosi fanno pensare ad una criminalità organizzata che cerca di mettere sotto scacco un’intera città…

“Concordo, per troppo tempo abbiamo sempre creduto o finto di credere  che Viterbo fosse una città tranquilla, nulla di più falso, non lo è mai stata: ora poi l’escalation della criminalità organizzata sembra lampante: se dovessi riaprire un giorno  a questo punto mi aspetterei subito la visita di qualche strano personaggio che mi ricorda l’incendio subito e mi chiede una tangente. E’ lo scenario che mi sembra più credibile”.

La spaventa il silenzio cittadino che  segue questi atti, il vuoto di potere che sembra incoraggiarli?

“Certo bisogna reagire, anche perchè possiamo trovarci dinanzi ad una criminalità magari straniera ben ramificata e molto pericolosa: la diminuita forza e credibilità della politica, del cosiddetto potere cittadino di certo possono incoraggiare la malavita a prendere il sopravvento, considerato anche il momento di crisi economica e sociale che la città vive”.

Una crisi che però in molti “non vogliono vedere”…

“E che invece è evidentissima, si fa fatica sempre più a vivere in questa città, è diventato un problema portare avanti una famiglia, guadagnare in maniera dignitosa onestamente: eppure vedi tante auto di grossa cilindrata che girano ad ogni ora del giorno, ma che lavoro farà questa gente?”.

(p.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *