Home Politica “Investiamo nello sport “denari veri” per lo sviluppo di Viterbo”: la proposta di Alessia De Rubeis (Unione della Tuscia)
“Investiamo nello sport “denari veri” per lo sviluppo di Viterbo”: la proposta di Alessia De Rubeis (Unione della Tuscia)

“Investiamo nello sport “denari veri” per lo sviluppo di Viterbo”: la proposta di Alessia De Rubeis (Unione della Tuscia)

0
0

“Investiamo per davvero nello sport, in società sportive, strutture ed infrastrutture, è l’unico settore che dà senso di appartenenza a tutti”: cittapaese.it ospita la proposta di Alessia De Rubeis (Unione della Tuscia) che invita a considerare lo sport un volano di sviluppo senza eguali per la città di Viterbo.

La delusione è stata bruciante, una doccia gelata che pochi lungimiranti avevano profetizzato, ma che tutti speravano non sarebbe avvenuta: la nazionale italiana di calcio che non disputa i mondiali in Russia è uno scenario che, piaccia o no, avrà ripercussioni economiche non indifferenti. Basti pensare, giusto per citarne una, ai diritti televisivi e al fatto che la spesa non sarà supportata da un audience congruo probabilmente.
Leggo sui social che molti si indignano per l’enfasi che si concede ad una partita di calcio, tralasciando i cosiddetti “problemi seri”. Condivisibile, ma non necessariamente slegato. E spiego perché.
Churchill diceva che “gli italiani vivono la guerra come fosse una partita di calcio ed il calcio come fosse la guerra”. Vero, ineccepibile. Se allora questa società moderna – e per moderna intendo dal ‘900 ad oggi – ha spostato il senso di appartenenza verso lo sport, se l’unico motivo per cui ci sentiamo fieri (generalizzo) di cantare l’inno è prima di una partita di calcio, rugby, pallavolo, calcio a 5, basket e chi più ne ha più ne metta, non sarà forse il caso di ripartire da lì? Se l’emozione di vedersi rappresentati da dei giocatori è il motivo conduttore per smuovere intenti ed animi oltre che forze, perché non concentrare gli sforzi per non perdere un’opportunità che ci viene servita sul piatto d’argento?

Ritengo lo sport un volano importantissimo per la società tutta: proviamo ad immaginare se venissero investiti denari “veri” su società sportive, strutture ed infrastrutture. L’indotto che ne deriverebbe, in un progetto a medio termine, porterebbe nell’esempio di Viterbo, ad essere visitato, visto e conosciuto da migliaia di persone in più durante l’anno. Creare un incastro corretto con attività ricettive, di somministrazione, negozi del centro. Sottoscrivere convenzioni, magari con le società di trasporti e con tutto ciò e tutti coloro che intorno al mondo dello sport vivono e navigano.

Le ripercussioni economiche derivanti da questa ricchezza spontanea, permetterebbero di poter usufruire di risorse enormi da ridistribuire su tutta la città e tutto il territorio. E magari ci permetterebbero di richiamare investitori importanti e affidabili – vedi il patron Camilli – senza rischiare di farli scappare ogni anno.
Spero che durante la prossima consiliatura si potranno affrontare tutti i temi necessari con la dovuta serenità e progettualità. Come Unione della Tuscia non ci tireremo di certo indietro quando ci sarà da fare nottata per dare vita a progetti lungimiranti: chissà che si riesca a dare una sferzata di energia a questa città meravigliosa.

(A.De Rubeis- Unione della Tuscia)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close