Home Cronaca Inchieste, Viterbo: “Ora non dominano più i cedri del Libano”, viaggio nel degrado del quartiere Ellera
Inchieste, Viterbo: “Ora non dominano più i cedri del Libano”, viaggio nel degrado del quartiere Ellera

Inchieste, Viterbo: “Ora non dominano più i cedri del Libano”, viaggio nel degrado del quartiere Ellera

0
0

Qualche anno fa era il quartiere delle scuole,  dei bambini e dei gruppi di giovani, dei bei negozi (alcuni fortunatamente ancora aperti), e dei marciapiedi puliti; sembrava quasi si dovesse chiedere permesso per passeggiare per le vie di questo giovane ma storico quartiere viterbese cui fa capo una bellissima chiesetta ormai da tempo circondata da impalcature.

C’era il cinema Trento proprio accanto alla Chiesa: un luogo concentrato ma accogliente dove vedere un film era come a casa, tanto è sempre stato ospitale il personale che se ne prendeva cura fino alla inevitabile chiusura annunciata un paio di anni fa o poco più. Ormai erba secca continua a crescere ovunque attorno allo stabile e via via tutta lungo i marciapiedi piuttosto dissestati.

Non sono sufficienti i cestini per l’immondizia distribuiti qua e là quasi senza organizzazione ma ovviamente grandi o piccoli contenitori per la raccolta differenziata contribuiscono a creare un bel disordine piuttosto maleodorante in ogni angolo ; le auto parcheggiate un po’ ovunque senza strisce bianche o blu che non esistono e quindi non possono contribuire a creare quella sensazione di ordine che un luogo tanto caro e carino meriterebbe.

La vita della zona è ormai concentrata verso Piazza Generale Carlo Alberto dalla Chiesa dove risiede uno dei più attivi uffici delle Poste Italiane a due passi da un unico supermercato e un bar: per fortuna in orari e giorni di apertura di questi locali sembra quasi di vivere in un luogo pieno di persone che vanno e vengono ma nei giorni di festa è tutto piuttosto deprimente. Pochi addobbi o luci per Natale, poche iniziative che possano incentivare raduno di persone in  festa ad eccezione di due o tre giorni di celebrazioni per la Madonna dell’Edera. I giardinetti sono impraticabili grazie a erba secca e spesso troppo alta dove pertanto si accumula facilmente immondizia. E nonostante il traffico ridotto durante alcune ore del giorno,  incidenti stradali di entità più o meno lieve purtroppo non mancano: forse andrebbe potenziata l’illuminazione per le strade.

All’ora di punta invece tra le scuole Materna, Elementare e Media, le auto dei genitori che attendono l’uscita da scuola dei loro figli ne fanno un posto quasi da dimenticare: si passa, quotidianamente,  da confusione totale ad aberrante silenzio in breve arco di tempo in questo quartiere che meriterebbe più attenzione da parte delle autorità cittadine.

Degrado e silenzio avanzano facilmente se non si ha cura di mantenere la bellezza e la virtù di certi luoghi: forse tutto è soltanto lo specchio di tempi difficili dove anche i sentimenti, spesso e malauguratamente vengono affidati a siti di incontri o magari anche al caso… e quindi tutto è quasi “cronaca di una morte annunciata” alla quale nessuno sembra voler porre rimedio.

(b.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close