In edicola “Guida ai sapori e ai piaceri di Tuscia ed Etruria” di Repubblica

Un intero volume dedicato alla Tuscia viterbese e all’Etruria, territorio laziale di grandi bellezze che mai era stato esplorato così approfonditamente da una guida alle eccellenze storico artistiche ed enogastronomiche, capace di approfondirlo in ogni suo aspetto, come la Guida ai sapori e ai piaceri di Tuscia ed Etruria di Repubblica.

A due passi da Roma c’è un paradiso di rara bellezza, spesso sottovalutato, colpevolmente, ma che si apre ai visitatori con infinite possibilità di suggestioni e fruizione. Un paradiso fatto da cammini medievali, da itinerari longobardi, da terme e relax, bagnato dal mare, ma ingentilito da laghi da sogno, con centinaia di luoghi destinati al turismo con i bambini, con distretti produttivi che ancora si reggono sulla ceramica di qualità. Ma soprattutto un mondo ricco di storiaPasseggiate e posti indimenticabili, per finire tra le straordinarie e selvagge immagini di una Maremma che non finisce mai di stupire” scrive il direttore delle Guide, Giuseppe Cerasa, nell’introduzione.

La Guida ai sapori e ai piaceri di Tuscia ed Etruria, in vendita in edicola e librerie, e disponibile anche online su Amazon, Ibs e sullo store al link bit.ly/GuideRepubblica, raccoglie gli indirizzi di novantaquattro ristoranti, 49 botteghe del gusto, 35 dimore di charme, 53 agriturismi e B&B, le ricette degli chef, 12 caseifici, 18 produttori di olio, 16 produttori di vino per raccontare le eccellenze e offre anche diverse chiavi di lettura per assaporare al meglio il territorio sotto ogni aspetto. Come “Etruria da scoprire” che raccoglie sette itinerari tra gusto, storia e natura attraverso i più importanti siti archeologici legati agli antichi Etruschi, “Tuscia da non perdere” che si focalizza sugli aspetti più affascinanti della zona, con otto itinerari tematici a caccia di terme di benessere, dei grandi luoghi del cinema e delle ricchezze della costa nord del Lazio. Gli “Itinerari del gusto” sono, invece, articoli dedicati ai prodotti tipici del territorio, dalle nocciole dei Monti Cimini alle castagne di Vallerano. Il racconto della tradizione è infine nella sezione “Tuscia in piazza”, che dà tutte le dritte giuste per vivere al meglio le principali manifestazioni culturali del territorio, come la Macchina di Santa Rosa di Viterbo e la Festa della Merca di Tarquinia.

Un vero e proprio paradiso. E a solo due passi da Roma.

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *