Home Politica Il prof. Sinagra ospite al convegno sull’immigrazione di Casa Pound
Il prof. Sinagra ospite al convegno sull’immigrazione di Casa Pound

Il prof. Sinagra ospite al convegno sull’immigrazione di Casa Pound

0
0

A fare gli onori di casa Claudio Taglia e Umberto Ciucciarelli rappresentanti locale di Casapoud,  ospiti il professor Augusto Sinagra ordinario alla Sapienza che si è sempre occupato di immigrazione e del suo aspetto socio economico e politico e il dottor Amigliacco primario al reparto di  malattie infettive all’ospedale di Belcolle.

Umberto Ciucciarelli esponente locale di casapound ha presentato dei dati del Ministero dell’interno

“Al 31 marzo 2018 il numero degli immigrati sbarcati in Italia dal 1 gennaio è di 6161 persone. Febbraio e marzo sono stati due mesi con un forte calo di arrivi, guarda caso proprio in concomitanza con le elezioni politiche in Italia. – sottolinea Ciucciarelli-evidentemente ci sono sistemi di freno dei flussi. Al 31 marzo 2018, dati ufficiali del Ministero, il Lazio ospita 14.893 immigrati cioè il 9% del numero dei presenti su tutto il territorio nazionale che sono oltre 173.000 e parliamo solo di persone regolarmente registrate, di cui solo 12.000 sono stati ricollocate in altri Stati europei, come previsto dalle norme vigenti.

Il 71 % dei fondi stanziati per contrastare la povertà  che sono stati adoperati per gli stranieri. Prosegue Ciucciarelli- senza considerare gli enormi gettiti di denaro che intascano le cooperative di accoglienza.

Questo lo riteniamo una discriminazione verso gli italiani, costretti a vivere sotto la soglia della povertà che noi stessi di Casapound constatiamo con la distribuzione dei pacchi alimentari che facciamo per le famiglie meno abbienti. Chiediamo a gran voce nuovi criteri di assegnazione delle risorse che, come ha sempre sostenuto Casapound devono andare prima agli italiani”.

Il dottor Amigliacco ha presentato la non stretta incidenza di malattie e immigrazione, quanto piuttosto l’ incidenza di spese sanitarie per curarli.

Il professor Sinagra ha sottolineato come il fenomeno migratorio corrisponda ad un piano ben preciso:“Le organizzazione non governative che operano dalla costa libica all’ Italia usano questa gente come merce di scambio, come dei deportati. Si vedono solo giovani ragazzi che fuggono dalle guerre, e che fanno lasciano lì le proprie famiglie?

Non scordiamoci che è un business che vale più dello spaccio, come ha detto Salvatore Buzzi in una sua deposizione in aula, e la fonte mi sembra abbastanza attendibile.

Stiamo svalutando il lavoro per non svalutare una moneta, Casapound è l’unica forza in campo che vuole recuperare la sovranità monetaria e “battere” moneta, Invece stiamo “cinesizzando” l’economia italiana, oltre a sostituire gli italiani con altre etnie e meticciati. Vanno difesi gli interessi degli italiani, che ci tengo a sottolineare non sono un popolo razzista come vogliono farci credere attraverso un gioco infame”. (b.f.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close