Home Politica “Il mio Piano per il Commercio è a disposizione di tutti, discutiamone..”: cittapaese.it incontra l’assessore comunale Sonia Perà
“Il  mio Piano per il Commercio è a disposizione di tutti, discutiamone..”: cittapaese.it incontra l’assessore comunale Sonia Perà

“Il mio Piano per il Commercio è a disposizione di tutti, discutiamone..”: cittapaese.it incontra l’assessore comunale Sonia Perà

0
0

Un tempo si sarebbe detto semplicemente “una persona seria” ed avrebbe racchiuso tutto: ora magari si potrà aggiungere che ha un aplomb molto “metropolitano” che fa poco “città di piccole dimensioni”. Certo che Sonia Perà  offre un’immagine di amministratore viterbese che magari fosse più diffusa: elegante, misurata, priva di pesanti accenti dialettali, seria e rigorosa nel lavoro e molto disponibile a parlarne con tutti.

Cittapaese.it l’ha incontrata in occasione dell’uscita del Nuovo Piano per il Commercio, un lavoro lungo e interessante che ha il solo limite purtroppo di essere a disposizione di tutti a fine mandato della giunta Michelini, quasi in piena campagna elettorale.

Assessore, come mai il suo Piano per il Commercio è disponibile solo ora?

“Innanzitutto tengo a precisare che io sono stata nominata assessore solo tre anni fa, quindi non ho avuto un quinquennio a disposizione. Ho subito pensato di realizzare una cosa del genere, ma tra approvazione del bilancio per il reperimento fondi per la ricerca, bando di concorso, affidamento alla società vincitrice saranno passati due anni: poi quest’ultima ha avuto bisogno dei suoi tempi di lavorazione e siamo arrivati ad oggi, che comunque l’amministrazione è ancora in carica”.

Non ha avuto l’attenzione giusta nei confronti del suo lavoro una volta compiuto, questo sembra di capire...

“Ho incontrato tutte le associazioni di categoria e le ho trovate molto attente, in massima parte d’accordo con quello che ho loro illustrato. La politica invece ha i suoi tempi e l’opposizione è troppo impegnata ad ideare slogan elettorali contro la nostra amministrazione per fermarsi ad ascoltare una proposta precisa fatta alla città”.

Un punto questo, che approfondirei..

“Sì, io penso che la politica in alcuni casi bisogna farla soprattutto nell’interesse della città ed io su questo punto sono e sarò sempre disposta a confrontarmi con tutti. In questo  mi sento poco politico, guardo ai fatti, al dialogo sulle priorità cittadine che dovrebbe riguardare chiunque, la logica dello schieramento su questi temi mi sembra inutile e fuorviante”.

Ripercorriamo qualche punto del suo Piano per il Commercio…

“Si è pensato di permettere l’apertura al centro autonoma anche  a megastore o grandi negozi  fino a 400 metri quadri per incoraggiare gli investimenti di grossi gruppi nazionali ed internazionali o anche di commercianti locali. D’altronde, per loro stessa ammissione, anche le piccole attività  hanno bisogno di un “marchio faro” che faccia da battistrada.  Chi  è interessato ad aprire un punto vendita del genere non avrà bisogno di rilevare licenze di negozi già esistenti, potrà iniziare l’attività ex novo. Si pensi che prima non era così, persino H&M ha dovuto subentrare ad un supermarket che già esisteva, abbiamo cercato di semplificare le cose”.

Il “centro” sarà tutelato da iniziative commerciali poco consone alla parte antica di una città storica?

“Tra San Pellegrino, Via Roma, Corso Italia saranno vietate le aperture di Compro Oro ed attività simili, si avrà un occhio di riguardo nei confronti di botteghe esistenti da più di 50 anni, che riceveranno la certificazione di “bottega storica”. Insomma incoraggeremo le iniziative di qualità, non è vero affatto che con questo piano rischiamo di offrire il fianco a cineserie varie, anzi, ma … lasciamo perdere, è meglio”.

Magari il tutto potrebbe anche risultare esaltato da una minore circolazione di auto al centro…

“Questa è una strada che va perseguita e mi sembra l’unica, mettersi al passo delle altre città, tenuto conto ovviamente di alcune particolarità, strade che per la loro stessa conformazione e per il genere di attività che ospitano rischierebbero di morire chiuse al traffico”.

Avrà modo di discutere questo suo piano in consiglio comunale? 

“Difficile, fino alla fine del mandato ci si occuperà di bilancio e poi l’opposizione non sembra interessata anche ad  episodici cambi di programma, sono in campagna elettorale a caccia di facili slogan, come dicevo prima”.

Eppure….

“Eppure si pensi che l’ultima legge regionale sul commercio ha quasi vent’anni, sarebbe interesse di tutti affrontare un tema che riguarda tante persone e tante famiglie”.

Grazie per l’attenzione, assessore, non demorda…

“Resto a disposizione di tutti, ripeto al di fuori della logica della contrapposizione politica fatta per principio: a me interessa solo lavorare e fare il meglio che posso per la mia città”.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close