Home Politica Il fatto: “Dopo anni nel 2017 più aperture che chiusure di negozi al centro”, lo annuncia l’assessore al commercio Perà
Il fatto: “Dopo anni nel 2017 più aperture che chiusure di negozi al centro”, lo annuncia l’assessore al commercio Perà

Il fatto: “Dopo anni nel 2017 più aperture che chiusure di negozi al centro”, lo annuncia l’assessore al commercio Perà

0
0

Riceviamo e pubblichiamo integralmente dall’assessore al commercio del Comune di Viterbo Sonia Perà.  

‘Per la prima volta da anni il saldo del 2017 tra aperture e chiusure di attività commerciali nel centro storico è positivo. Lo scorso anno ci sono state 59 aperture a fronte di 39 cessazioni. Un dato positivo che fa pensare a una ripresa economica. Anche se c’è ancora molto da fare e alcune strade hanno visto la chiusura della quasi totalità dei locali’. A dichiararlo è Sonia Perà, assessore al commercio del comune di Viterbo, che per ieri sera ha convocato un incontro nella sala consiliare di palazzo dei Priori con tutte le organizzazioni professionali, sindacali e di categoria per discutere del Piano per il commercio della città dei Papi. Nel corso dell’incontro è intervenuta anche l’assessore all’urbanistica Raffaella Saraconi.

”Il piano per il commercio – prosegue Sonia Perà – è accompagnato anche da un’analisi territoriale che punta a fotografare la situazione commerciale della città. Anche in rapporto ad altri contesti urbani italiani. Proprio questa analisi ci ha permesso di verificare le aperture e le chiusure delle attività commerciali tra il 2013 e il 2017. Il saldo generale purtroppo è negativo, ma è dal 2016 che c’è un’inversione di tendenza confermata dal dato positivo dello scorso anno”.

”Questo significa – sottolinea l’assessore – che dobbiamo continuare ad investire, con maggior forza, sullo sviluppo e la crescita di attività commerciali nel centro storico cittadino. Anche attraverso incentivi pubblici e la partecipazione ai bandi regionali ed europei. Attività commerciali di qualità e sintonia con il tessuto urbano in cui vanno ad intervenire con il loro lavoro”. Durante l’incontro a Palazzo dei Priori sono state illustrati le proposte e gli indirizzi provenienti dalle organizzazioni e recepite dall’amministrazione comunale.

”Aspettiamo tutti la nuova legge regionale sul commercio – aggiunge Sonia Perà – Nel frattempo dobbiamo comunque governare i processi di espansione del commercio all’interno della città. E lo strumento per farlo è un Piano concordato con tutte le forze sociali che caratterizzano il mondo delle attività commerciali. Ieri sera sono state illustrate le linee guida alla base del Piano che hanno tenuto conto delle indicazioni provenienti dalle organizzazioni. Gli obiettivi individuati dal Piano per il commercio puntano a governare viabilità e parcheggi. A dare incentivi tributari e agevolazioni per le attività di qualità che aprono nel centro storico. A creare zone di particolare tutela storico-architettonica. Infine, un altro obiettivo – conclude Sonia Perà – è quello di far esaminare le pratiche di autorizzazione di tipo urbanistico-commerciale da una conferenza dei servizi interna al Comune. Questo permetterebbe di avere subito un parere unitario sulle richieste riducendo i passaggi burocratici e dando certezze sui tempi alle imprese”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close