Home Politica Il caso Paolini, l’anomalia Montefiascone: Psi e centrodestra, va di moda l’accordo “contro natura”
Il caso Paolini, l’anomalia Montefiascone:  Psi e centrodestra, va di moda l’accordo “contro natura”

Il caso Paolini, l’anomalia Montefiascone: Psi e centrodestra, va di moda l’accordo “contro natura”

0
0

In Tuscia va di moda il trasversale con la scusa ufficiale che la buona politica, quella dei fatti, non conosce specifica appartenenza; ma dietro i buoni propositi di facciata si nascondono spesso cinici calcoli elettorali ed interessi privati ben precisi. Mentre impera ovunque il leit motiv del “nè destra, nè centro nè sinistra, ma tutti insieme per cambiare la politica” (un invito che potrebbe essere valido se fosse autentico e disinteressato) ancora non si è persa la memoria della clamorosa alleanza tra psi e centrodestra (e destra piddina) che consegnò la vittoria alle comunali di Montefiascone al sindaco in carica Paolini: quest’ultimo, socialista da sempre, intanto è passato ai Moderati e Riformisti di Fioroni con il quale oramai si è accreditato filo-piddino di frontiera dialogante di buon grado con il polo conservatore. Puro trasformismo politico tattico che non può certo nascondere progetti di rinnovamento della società nello stato di ambiguità in cui nasce. Si era sempre creduto che la tradizione socialista fosse legata in primis alla difesa delle classi più deboli, ma evidentemente per i socialisti trasformisti il manifesto originario del partito è un esercizio di pura retorica, meglio avere le mani libere: ed è molto triste che a livello di segreteria provinciale vengano incoraggiati certi inciuci contro natura con il poco credibile paravento di una vittoria elettorale, quando in realtà l’unico a guadagnarci in popolarità e visibilità politica è lo stesso Paolini e probabilmente i suoi punti di riferimento più o meno nascosti. Pagine di tristissima politica, non all’altezza di storiche pagine di ben altro spessore eche meriterebbero ben altro rispetto e considerazione.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close