Home Politica Giunta Arena: l’orgoglio ferito di Forza Italia e la fiducia “responsabile” ad Arena
Giunta Arena: l’orgoglio ferito di Forza Italia e la fiducia “responsabile” ad Arena

Giunta Arena: l’orgoglio ferito di Forza Italia e la fiducia “responsabile” ad Arena

0
0

L’amministrazione Arena è partita, dopo la discussa nomina degli assessori, ma in Forza Italia il malcontento è piuttosto diffuso e l’insoddisfazione tenuta a freno a stento: il partito azzurro, primo sia alle regionali che alle comunali, si sente ingiustamente penalizzato a vantaggio dell’asse Rotelli-Arena che è risultato quello essere maggiormente gratificato da deleghe e assessorati ricevuti.

La stessa mattina della presentazione della giunta alla stampa si è temuto fino all’ultimo che gli assessori azzurri nominati potessero non firmare, poi lo hanno fatto col volto scuro e senza fare commenti: alla fine in F.I. è passata la linea della responsabilità e dell’incondizionato appoggio ad Arena che aveva estrema urgenza di giungere alla composizione del tutto, ma l’apertura di credito, dicono negli ambienti azzurri, non durerà cinque anni e comunque avrà bisogno di risultati concreti per restare tale.

Abili giocatori sul tavolo delle nomine Rotelli e Santucci hanno messo nell’angolo Arena costringendolo forse ad accettare qualche diktat di troppo: ma se per il neo-deputato parliamo pur sempre di un alleato politico di coalizione nazionale, in molti non hanno compreso lo spazio considerevole concesso ad una lista civica come quella di Fondazione che non neanche toccato il 5% alle comunali.

Misteri interni della politica che hanno però ferito l’orgoglio degli azzurri di Forza Italia, mai come ora compatti e non divisi in correnti fratricide, ma uniti verso un riscatto politico che sentono di meritare: nei prossimi mesi si vedrà l’evoluzione di questo malumore, inteso più come ricerca di una diversa strategia politica che come voglia  di poltrone e non è detto che Arena per continuare al meglio la sua legislatura non debba necessariamente mostrare maggiore attenzione nei confronti degli equilibri di coalizione.

Intanto il treno è partito e nella carrozza azzurra si sbuffa ma senza perdere la pazienza, il traguardo è lontanissimo e le stazioni da raggiungere e superare ancora tantissime.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close