Home Politica Giallo Via Saffi, probabile chiusura di H&M, il commercio a Viterbo si spegne tristemente come la città: servono idee e politiche comunali diverse, ma molte vetrine sono davvero antiestetiche
Giallo Via Saffi, probabile chiusura di H&M, il commercio a Viterbo si spegne tristemente come la città: servono idee e politiche comunali diverse, ma molte vetrine sono davvero antiestetiche

Giallo Via Saffi, probabile chiusura di H&M, il commercio a Viterbo si spegne tristemente come la città: servono idee e politiche comunali diverse, ma molte vetrine sono davvero antiestetiche

0
0

Ieri viterbonbews.it ha pubblicato la notizia di una possibile chiusura di H&M, lo store di Via Matteotti: una brutta novella che va da aggiungersi alle  tante di questi mesi: il giallo di Via Saffi, il calare delle saracinesche di molti negozi del centro storico, in un  susseguirsi di inquietanti segnali di fallimento commerciale della zona. Dinanzi ad una debacle così diffusa è chiaro che la colpa non può essere addossata ad una generica crisi:  tra le cause può essere individuata sicuramente la mancanza di politiche fiscali da parte del Comune come di invito alla moderazione verso i proprietari per i canoni di fitto: canoni che raggiungono e superano persino i 2000 euro per le locazioni per molte attività che ne risultano fortemente impoverite ed in grave difficoltà; non si capisce perchè il Comune non possa incoraggiare una politica di equo canone trovando il modo di farla accettare dai proprietari di immobili. Non è chiaro neanche, però, e sempre meno comprensibile, perchè i commercianti non trovino il  modo giusto per mettersi insieme, organizzare iniziative veramente utili e di prestigio, cambiare la stessa estetica di loghi e vetrine che in molti casi appaiono poco concorrenziali con le altre città; la crisi non è una spada di Damocle cui bisogna arrendersi, si può combattere con le idee chiare ed un pizzico di fantasia da parte di tutti: comuni virtù che sembrano essere state totalmente da una città sempre più rassegnata e triste.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close