Home Cronaca Emergenza neve: quelli che… puntano l’indice e dimenticano il loro “disastro” anno 2012… note stonate strumental-elettorali
Emergenza neve: quelli che… puntano l’indice e dimenticano il loro “disastro” anno 2012… note stonate strumental-elettorali

Emergenza neve: quelli che… puntano l’indice e dimenticano il loro “disastro” anno 2012… note stonate strumental-elettorali

0
0

Giorni di neve e di difficoltà per tutti: uniche note stonate l’utilizzo strumental-elettorale dell’emergenza da parte di politici che non seppero ben governare un’altra di emergenza nel 2012, quella gestita come peggio non avrebbe potuto essere dall’amministrazione Marini. Furono giorni di arrogante distacco del primo cittadino e dei suoi collaboratori dalle urgenze dei cittadini, di totale inazione, di fatalismo provinciale e di autentica deriva istituzionale.

Quindi, avendo buona memoria troviamo assai sconveniente e inelegante che la maggioranza di allora, ora opposizione. si attardi a puntare l’indice  accusatore contro l’amministrazione Michelini. Dell’impressione generale che ci ha fatto quest’ultima nell’occasione parleremo a tempo debito, ora ci limiteremo a segnalare le situazioni non ancora risolte, quelle in via di risoluzione, ed il disagio dei cittadini.

Non pubblicheremo attacchi veementi fini a se stessi, negli ultimi giorni di campagna elettorale di persone che furono protagoniste di ben più gravi fallimenti organizzativi: citiamo, solo, dell’opposizione, la critica molto più pacata e argomentata di Mauro Rotelli che dalla sua pagina invita Michelini a dotare il Comune di una “una (scontatissima) pagina web  dedicata all’annunciata emergenza neve come prima risposta sui motori di ricerca che indicasse con chiarezza i comportamenti da tenere stabiliti dal regolamento di Polizia Municipale: la normativa in materia di utilizzo di gomme termiche, un vademecum riepilogativo sui compiti di amministrazione e privati, non più di 10 consigli utili per affrontare l’emergenza”. Un “consiglio” accettabilissimo, senza livore, che ovviamente  non può che ben qualificare l’oppositore dai toni educati che lo ha dispensato.

(p.b.)

foto d’archivio relativa al 2012

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close