Home Cronaca Emergenza neve: “Non mi esibisco, lavoro per risolvere i problemi”, cittapaese.it incontra il sindaco Michelini
Emergenza neve: “Non mi esibisco, lavoro per risolvere i problemi”, cittapaese.it incontra il sindaco Michelini

Emergenza neve: “Non mi esibisco, lavoro per risolvere i problemi”, cittapaese.it incontra il sindaco Michelini

0
0

Tranquilli, quelli che si chiedevano dove fosse il sindaco in queste ore, è lì al suo posto calmo e tranquillo che lavora: affida a cittapaese.it la sua risposta alle critiche, anche pressanti (  e pesanti), che l’amministrazione sta ricevendo in queste ore, critiche che poi colpiscono sempre le istituzioni cittadine quando vi è un’emergenza, i disagi provocano un naturale stress e portano ad inveire anche un po’ a casaccio, diciamo così.

Eccoci Sindaco, dicono che lei non si è visto nè sentito molto in questi giorni di emergenza…

“Ero qui  a lavorare e a cercare di risolvere concretamente le cose, io devo fare i fatti, mica esibirmi… “.

Com’è la situazione al momento?

“In via di netto miglioramento, penso che al più presto questa emergenza potrà essere archiviata, d’altronde di situazioni del genere se ne verificano una ogni cinque dieci anni per fortuna,  in questi casi l’importante è cercare di mettere in pratica il meglio possibile i piani di emergenza, noi con il Prefetto abbiamo minimo due tavoli al giorno, penso che le cose stiano funzionando discretamente bene, sfido chiunque a fare meglio”

Eppure la cittadinanza è esasperata, nervosa, sui social la lamentazione è molto diffusa…

“Capisco il disagio, ma ora il peggio è passato, d’altronde mi sapete indicare una città dove dinanzi a simili eventi nevosi non vengano a crearsi antipatici disagi per i cittadini? Persino Londra e New York si bloccano  con il forte maltempo: mi fate un elenco di città italiane che  posseggano in dotazione delle turbìne antineve e non li fittino invece se ne hanno bisogno? Quale imprenditore comprerebbe una macchina che usa una volta ogni dieci anni, la noleggia no?”.

Riassumiamola tutta questa ultima emergenza…

“La situazione critica si è venuta a creare nella prima mattinata di lunedì, e noi abbiamo subito lavorato per la viabilità, liberare gli ospedali e i presidi ospedalieri: martedì nel primo pomeriggio è intervenuto l’esercito e la situazione al centro storico e nei quartieri è sensibilmente migliorata, certo non è che uno può liberare la traversa del vicoletto stretto in tempo record, purtroppo, ci vuole un po’ di tempo, ma diciamo che entro le 48 ore la città, pur vivendo la difficoltà. è stata percorribile. Poi restano delle criticità particolari che in un  clima fattivo di collaborazione si risolvono tutti”.

Eppure le polemiche roventi non sono mancate …

“Se poi c’è qualcuno che approfitta di questi eventi per dare sfogo alle sue frustrazioni la colpa non è mia, io ho sempre lavorato sodo nella vita e vedo che la gente che è sempre in attività, che è in movimento tutto il giorno, è con me, mi ha incoraggiato, spronato, non mi ha attaccato violentemente come altri. Poi alla fine del mio mandato parlerò più a lungo, ne avrò di cose da dire”.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close