Home Politica E Fioroni chiama Gentiloni e cala il primo asso “elettorale”: nuove “annessioni” in vista per i Moderati e Riformisti
E Fioroni chiama Gentiloni e cala il primo asso “elettorale”: nuove “annessioni” in vista per i Moderati e Riformisti

E Fioroni chiama Gentiloni e cala il primo asso “elettorale”: nuove “annessioni” in vista per i Moderati e Riformisti

0
0

E certo che ormai in campagna elettorale ci siamo entrati per davvero: te ne accorgi quando leggi che giovedì prossimo Gentiloni sarà a Viterbo, alla Cna, per firmare con il Comune la convenzione che consentirà lo sblocco di 17 milioni di euro per le periferie. Allora ti rendi conto che l’onorevole di Piano Scarano comincia a calare i jolly decisivi, affinchè tutto sembri in movimento anche se è già tutto scritto e calcolato. In città il dominio di Fioroni è assoluto, rafforzato dall’evanescenza di un centrodestra ufficiale (vicino al presidente Tajani) pieno di conflitti d’interesse e di eterni riciclati, da un movimento 5 stelle  poco incisivo e da una sinistra che solo ora forse inizierà a provare ad organizzarsi.  Fioroni troneggia, punta a farsi ricandidare da Renzi e approfitta di una vecchia e consolidata amicizia con il Premier per un colpo di teatro ad effetto: il dominio sul territorio è assoluto e solo eventuali grosse sorprese elettorali a livello nazionale potrebbero quantomeno ridimensionarlo: anche a Viterbo l’ex ministro della Pubblica Istruzione inizia a dare le carte per le comunali e prova ad annettere ai suoi Moderati e Riformisti buona parte di Forza Italia e di indeciso centrodestra ballerino: e dopo la benedizione di Gentiloni la strada sarà sempre più tracciata.

(pasquale bottone)

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close