Duplice omicidio horror di Santa Lucia: fermato Ermanno Fieno, mentre fuggiva Oltralpe, resta il principale indiziato

Da più di  24 ore era ricercato dalle forze del’ordine in tutta la penisola: poche ore fa è stato bloccato dalla polizia di frontiera, mentre cercava di scappare Oltralpe, a Ventimiglia. La fuga di Ermanno Fieno è durata molto poco ed ora il 44 enne Ermanno Fieno è in stato di fermo  come principale sospettato per l’omicidio dei due genitori, Rosa Franceschini, 71 anni e Gianfranco Fieno, trovati morti nella loro casa di Santa Lucia l’altro ieri sera, incellofanati sul letto (la prima con grosse ferite al cranio probabilmente provocate da un oggetto di ferro). Aveva sin dal primo momento destato sospetti la passione di Emanno Fieno per i romanzi d’orrore di Arthur  Machen ed in special modo per quel “Il  grande Dio Pan”, la cui recente ripubblicazione  per Tre Editori costituiva per lui una entusiasmante novità (“Finalmente è arrivato, dicono sia il libro più terrificante mai scritto, vediamo se è davvero così”) scriveva sul suo profilo. Personaggio schivo e riservato, cresciuto nel centro storico di Viterbo (i Fieno erano  originari di Porta Romana, da qualche anno si erano trasferiti sulla Teverina) Fieno non aveva mai nascosto le sue simpatie per l’estrema destra  ed il “mito mussoliniano”: pare che negli ultimi tempi, però, fosse particolarmente preoccupato dalla mancanza di lavoro e dalle  gravi condizioni economiche che avevano colpito lui e la sua famiglia. Chi lo conosceva, però. si limita a definirlo un tipo strano in quanto troppo silenzioso, ma non violento: nessuno si sarebbe aspettato mai che sarebbe finito al centro di un simile episodio di cronaca: ora sarà sottoposto a lunghi e duri interrogatori come principale indiziato dell’assassinio dei suoi genitori, le prove sembrano tutte contro di lui, anche le dichiarazioni di fratello e sorella che hanno già ammesso di essersi allertati dopo aver saputo da lui che i genitori erano stati ricoverati in una casa di riposo. Cosa tragicamente falsa, sapendo poi come è andata a finire.

(pasquale bottone)

 

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *