Home Politica Dopo-voto: Pd, la spaccatura tra “popolari” e “sinistra” a Viterbo sembra definitiva, alle “comunali” in ordine sparso
Dopo-voto: Pd, la spaccatura tra “popolari” e “sinistra” a Viterbo sembra definitiva, alle “comunali” in ordine sparso

Dopo-voto: Pd, la spaccatura tra “popolari” e “sinistra” a Viterbo sembra definitiva, alle “comunali” in ordine sparso

0
0

Le dimissioni di Andrea Egidi  da segretario del Pd aggiungono l’ultimo tassello ad una crisi, quella del Pd a livello locale, che non sarà facile superare: una crisi  ingigantita da profonde divisioni politiche e identitarie che lacerano il partito. Molto esplicito come segnale già prima delle elezioni il pranzo organizzato da Sposetti per la sola sinistra Pd, impostato su contenuti verbali, confessano a voce bassa i presenti, molto simili alle successive dichiarazioni che avrebbe rilasciato alla stampa il noto tesoriere dei Ds.

La polemica interna prosegue violenta, di macerie accumulate qua e là ce ne sono parecchie, ma stavolta la ricucitura tra popolari-fioroniani  e “sinistra” sembra altamente improbabile e ad aver avuto la peggio sembra l’onorevole di Pianoscarano che attualmente viene visto da molti  come un possibile freno ad una riaffermazione alle comunali.

Persino a Viterbo un csx così spaccato e depresso non si era mai visto, lontanissimo anche dal pensare ad una candidatura unitaria per le prossime comunali. Chissà cosa succederà nelle prossime settimane, ma lo sconcerto è tanto e le elezioni per la (ri?)conquista di Palazzo dei Priori  vicine, tanto vicine, troppo vicine.

(pasquale bottone)

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close