Discusso raddoppio di incarico previsto per la Tolomei, sindaco di Blera e consigliere provinciale: storia di una predestinata della politica che divide la cittadina

La candidatura del sindaco di Blera Elena Tolomei (nella foto) a consigliere provinciale sta suscitando molte perplessità nella piccola cittadina della Tuscia: a sostenerla solo i panunziani di stretta osservanza e il cerchio magico della prima cittadina proveniente da una famiglia nota per la sua lunga trasversale militanza politica. Proprio in questo momento, dopo una attività amministrativa di 2 anni e mezzo piuttosto discussa (specie per le condizioni del verde cittadino, per l’assegnazione non conveniente economicamente alla collettività di salate consulenze oltre che per i finanziamenti ottenuti quest’estate da associazioni vicine al vicesindaco), a Blera si aspettavano un impegno più costante della Tolomei “a casa sua” invece che un raddoppio di incarico che toglierebbe spazi e tempo alla stessa di occuparsi delle tante questioni irrisolte blerane. Ma la prima cittadina sembra nutrire ben precise ambizioni politiche e per lei evidentemente Blera è una tappa come un’altra, soprattutto perchè è tranquillamente distesa sotto l’avvolgente ala protettiva di un consigliere regionale: “Blera avrebbe bisogno di un sindaco appassionato e presente, non di una predestinata carrierista” si sente dire in città, ma questo poco interessa alla Tolomei che continua dritta per la sua strada verso traguardi sempre maggiori che sa già le verranno assegnati, mentre il suo luogo natìo affonda nell’incuria e nell’abbandono.

(g.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *