Home Politica Comunali. “Prometto solo impegno, serietà e un ritorno allo spirito del Msi”, cittapaese.it incontra il candidato sindaco di Casa Pound Claudio Taglia
Comunali. “Prometto solo impegno, serietà e un ritorno allo spirito del Msi”, cittapaese.it incontra il candidato sindaco di Casa Pound Claudio Taglia

Comunali. “Prometto solo impegno, serietà e un ritorno allo spirito del Msi”, cittapaese.it incontra il candidato sindaco di Casa Pound Claudio Taglia

0
0

Incontriamo Claudio Taglia in un pomeriggio afoso di fine maggio,  di quelli col cielo coperto che non si vede neanche una striscia di azzurro: eppure il candidato di Casa Pound è di ottimo umore e ben disposto  a parlare con cittapaese.it. Ha inizio la nostra conversazione che pubblichiamo di seguito…

E’ un periodo molto complesso e non è facile che un professionista affermato come  lei decida di scendere in campo e di candidarsi a sindaco, cosa l’ha spinta?

“La passione civile, non si può vedere un  mondo che crolla intorno e non fare nulla: soprattutto chi ha una posizione favorevole devi darsi da fare per assicurare un futuro ai nostri giovani, per non lasciare che tutto crolli, questa nazione fa tristezza a vederla…”.

Lei pensa che la risposta a questa continua decadenza sia contenuta nei dettami della destra sociale,  mi par di capire…

“Credo che negli anni sessanta e settanta il movimento sociale. Almirante,  siano stati fondamentali per la nostra democrazia, per difendere i valori di patria, merito, etica: noi seguiamo quella strada….”.

Una strada marcatamente anti-liberista…..

“Senza dubbio, lo Stato deve essere al centro di tutto, uno Stato presente che eviti la deriva di dannose privatizzazioni, che sia in grado di valorizzare il talento e le potenzialità degli italiani che, se ben guidati, non sono secondi a nessuno, che aiuti chi non riesce a tenere il passo dello sviluppo, stia accanto alle famiglie consentendo loro anche di tornare a fare figli copiosamente, non è che l’aumento demografico possa essere lasciato solo agli immigrati..”.

Lei vive da vicino la non facile situazione della Sanità…

“Sì. distrutta dalle esternalizzazioni, dalle clientele, mi sorprende che solo ora la vice-sindaco Ciambella scopra che è assurdo che il 118 venga trasferito al Comune, lei e il sindaco sono stati 5 anni al Comune, non avrebbero potuto intervenire prima?”.

Tutti promettono qualcosa agli elettori, di questi tempi, pare sia irrinunciabile, lei cosa ha da dire al riguardo?

“Io non prometto nulla, tranne impegno costante e serietà, bisogna fare politica con coscienza, nell’interesse di tutti: per questo mi sono messo in gioco e candidato, non per altro”.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close