Home Politica “Comunali”, la nota di Pasquale Bottone: “Abbassiamo i toni e alziamo la qualità delle proposte”
“Comunali”, la nota di Pasquale Bottone: “Abbassiamo i toni e alziamo la qualità delle proposte”

“Comunali”, la nota di Pasquale Bottone: “Abbassiamo i toni e alziamo la qualità delle proposte”

0
0

Sta per iniziare la campagna elettorale per le comunali e il sospetto è che si stia per assistere ad un coro polifonico assordante e insistente, spesso e volentieri senza costrutto. Speriamo di sbagliarci, ma il rischio di presenziare  ad una passerella incontrollata di grida, toni esacerbati, accuse reciproche ed esibizioni no stop di ego ipertrofici esiste: e tutto ciò sarebbe un dramma per Viterbo, mai come in questo momento la città avrebbe bisogno di poche parole, molti fatti, di dialogo costruttivo sui temi peraltro annosi che la assillano: queste comunali non devono diventare tanti piccoli “one man show” di potenziali aspiranti protagonisti della vita cittadina, ma una esposizione ragionata e comprensibile di programmi e soluzioni che diano modo a Viterbo di recuperare l’eventuale terreno perduto da qualche lustro a questa parte.

Non c’è bisogno quindi di populismo massificante, di demonizzazione dell’avversario, ma di “ascolto”, vicinanza alle principali istanze dei cittadini, considerazione del bene comune, serietà d’intenti e chiarezza di idee: è soprattutto necessario non inseguire il facile consenso, mettersi al servizio della politica (e non viceversa), limitare gli annunci e i proclami difficilmente realizzabili.

Insomma ci auguriamo un confronto civile, di contenuto, tra le opposte fazioni che faccia da elemento di crescita per la città, di polemiche inutili e di agoni senza capo nè coda ne abbiamo vissuti già parecchi.

Ovviamente la maggiore responsabilità di tenere bassi i toni e di fornire spunti  per un rinnovamento consapevole e possibile l’avrà la coalizione super-favorita del cdx che nei prossimi giorni è attesa da un lungo confronto per la scelta del candidato sindaco e che così darà inizio ufficialmente alle danze.

Tra i “papabili” l’esperto e navigato Arena, che ha in sè i tratti del leader popolare che può riavvicinare la gente alla politica, il più impetuoso, ma parimenti rodato Santucci, il più giovane, ma già consumato amministratore Sabatini, l’altrettanto ferrato Buzzi.

Sempre che non spunti l’outsider dell’ultima ora che potrebbe anche essere controproducente per un nuovo corso cittadino che più che i colpi a sorpresa scegliesse la serietà e la concretezza.

Poi vedremo nelle prossime settimane quali facce e proposte per la città deciderà di opporvi un centrosinistra diviso e provato dalla sconfitta alle politiche: verificheremo anche le mosse della super-dinamica Frontini e di un Rossi più attendista che movimentista,

Le Comunali 2018 sono un’occasione unica per alzare il livello del dibattito politico e culturale cittadini, a prescindere da chi saranno i prossimi vinti e vincitori l’augurio è che non andrà persa.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close