Home Politica Comunali: la crisi infinita di Pd e csx, la sinistra riformista di Serra e l’indispensabile totale “de-fioronizzazione” di Luisa Ciambella
Comunali: la crisi infinita di Pd e csx, la sinistra riformista di Serra e l’indispensabile totale “de-fioronizzazione” di Luisa Ciambella

Comunali: la crisi infinita di Pd e csx, la sinistra riformista di Serra e l’indispensabile totale “de-fioronizzazione” di Luisa Ciambella

0
0

Se mai ce ne fosse stato bisogno, il primo turno delle comunali ha sancito ancora una volta la crisi irreversibile (al momento) del Pd viterbese, con un partito spaccato, una candidatura non condivisa e due liste alternative della sinistra interna fuoriuscita.

Due tentativi che si sono elettoralmente equivalsi, ma ottenendo risultati ininfluenti, mentre un partito unito avrebbe raggiunto il ballottaggio con la destra: la china sembra quella delle questioni di principio personale,  se continuasse in questo modo  la situazione ad ogni tornata elettorale potrebbe farsi più drammatica per l’intero centrosinistra.

Ma forse è troppo tardi per ritrovare il dialogo: Francesco Serra, per tradizioni  di famiglia e suo stesso approccio alla politica ormai si è candidato a mettere insieme ed organizzare la sinistra riformista e non potrà che farlo fuori dal Pd: la Ciambella si è trovata con i suoi a rappresentare non solo l’area moderata  dei democrats, ma tutto il partito, difficilmente avrebbe potuto fare meglio.

Intanto hanno entrambi il dovere di impegnarsi a fondo per il centrosinistra viterbese, da posizioni distinte, non distanti, senza eseguire l’utopia di condividere il medesimo disegno politico.

Ed è indispensabile che i pezzi da novanta locali lascino loro piena libertà di movimento e di azione: siamo convinti che l’endorsement sul web di Fioroni abbia tolto molti consensi alla Ciambella, mentre Panunzi e Sposetti hanno scelto un low profile probabilmente più opportuno.

Ed è proprio l’affrancamento della ex vice sindaco da ogni appartenenza fioroniana il primo passo da compiere per l’area centrista del csx viterbese, solo così potrà ambire a creare qualcosa di nuovo, solido ed elettoralmente pesante: Luisa Ciambella ha mostrato poi in questi anni di possedere carattere e temperamento e di non spaventarsi dinanzi alle responsabilità e al superlavoro, ma ora deve spiccare il volo del tutto, altrimenti la su carriera politica rischia di finire in un anonima subalternità che non merita.

Serra e Ciambella, specie in mancanza di alternative possibili, almeno ora, farebbero bene a lavorare ai loro progetti autonomamente per poi trovare accordi strategici di lungo corso: altre soluzioni al momento nel csx viterbese non se ne intravedono, anche perchè nessuno fa niente per allargarne gli orizzonti e per provare a rimpinguarne sapientemente le fila.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close