Home Politica Comunali: “Intanto vinciamo il ballottaggio”, cittapaese.it incontra Mrs. Preferenze Antonella Sberna (F.I.)
Comunali: “Intanto vinciamo il ballottaggio”, cittapaese.it incontra Mrs. Preferenze Antonella Sberna (F.I.)

Comunali: “Intanto vinciamo il ballottaggio”, cittapaese.it incontra Mrs. Preferenze Antonella Sberna (F.I.)

0
0

Antonella Sberna, donna più votata nella lista Forza Italia e donna più votata della città con ben 726 preferenze, ha incontrato nel pomeriggio cittapaese.it

 

Lei è stata la donna più votata, come si sente?

“Mi sento orgogliosa ed emozionata, credo di aver ottenuto il risultato grazie al lavoro svolto in questi cinque anni all’opposizione e di aver quindi lasciato un buon ricordo”.

 

Cosa si ripromette di fare per la città?

“Intanto, vinciamo la città. Poi guarderemo alle priorità, senza alcun libro dei sogni. Devono essere considerate le esigenze reali dei cittadini, basandosi sugli strumenti che l’Amministrazione ha a disposizione”.

 

Come pensa di riqualificare il Centro Storico?

“E’ un tema che mi sta molto a cuore. Nella passata amministrazione proposi di defiscalizzare (parliamo di tasse comunali) ogni nuova attività che avesse aperto, con uno stanziamento di 100 000 euro. Questo avrebbe aiutato i nuovi imprenditori anche ad assumere personale e quindi avrebbero influito positivamente sull’occupazione. Purtroppo la mia proposta fu bocciata. Ma non penso solo al Centro Storico, penso anche alle periferie con i loro problemi di sicurezza e viabilità. Come amministrazione metteremo a sistema le esigenze di tutta la città, puntando ad una politica integrata”.

 

Un tema sotto gli occhi, preoccupati, di tutti è la sicurezza. Come affronterà questo problema?

“In qualità opposizione, abbiamo finora gestito le emergenze con l’installazione di videocamere; penso ad esempio a quelle di Via dell’Orologio Vecchio e di Piazzale dei Caduti. Lavoreremo in stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine e con la Prefettura che sta portando avanti un ottimo lavoro.

Bisognerà gestire al meglio i flussi migratori e collocarli secondo un piano regolatore che non preveda “zone ghetto”.

Daniela Proietti

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close