Home Politica Comunali, bufera sul cdx: il candidato sindaco leghista Usai moltiplica tensioni e insofferenze, preoccupazione tra gli elettori “moderati”
Comunali, bufera sul cdx: il candidato sindaco leghista Usai moltiplica tensioni e insofferenze, preoccupazione tra gli elettori “moderati”

Comunali, bufera sul cdx: il candidato sindaco leghista Usai moltiplica tensioni e insofferenze, preoccupazione tra gli elettori “moderati”

0
0

E’ bufera sul centrodestra viterbese per la candidatura di Alessandro Usai a sindaco di Viterbo che ormai sembra certo la Lega proporrà: i malpancisti non si contano e l’area moderata si sente quasi vittima di un’ accelerazione autoritaria, di un affronto da parte di Salvini, Fusco &C.

“Ecco cosa succede a non mettersi d’accordo tutti in tempo e a perdersi in guerre intestine, si lascia spazio agli altri” dicono in molti, “un sindaco leghista a Viterbo sarebbe la prova provata che siamo la Cenerentola d’Italia” aggiungono altri e il risentimento è evidente.

Anche perchè pare che l’iniziativa o prova di forza che la si voglia chiamare parta direttamente da Salvini che aveva annunciato la cosa nel corso del suo recente comizio viterbese che da molti fu considerato solo una esibizione di muscoli post elettorale.

Invece si trattava di una ambizione che il leader leghista aveva intenzione di portare avanti e che espliciterà ancor più chiaramente al tavolo nazionale del cdx: come farà Tajani in quel caso a dire di no ad un alleato di governo?

Gli risulterà difficile e quindi Viterbo potrebbe trovarsi ad essere amministrata da un primo cittadino leghista: uno stato di cose che sarà traumatico per l’intera coalizione e che come minimo aumenterà i mugugni e le tensioni già in circolo che non sono pochi.

Perplessità all’interno della coalizione sono state espresse anche nei confronti della figura dell’aspirante primo cittadino, assente da molti anni dalla sua città e finora giornalista. Riuscirà a calarsi immediatamente in una realtà difficile e conflittuale come quella viterbese? Certo che a Viterbo non sai mai dove finisca la quotidianità e cominci la farsa surreale.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close