Home Cronaca Cinema e disabilità: “Normabili”…. solo grazie all’energia di Laura Rampini, con la regia del Maestro Gerardo Lamattina
Cinema e disabilità: “Normabili”…. solo grazie all’energia di Laura Rampini, con la regia del Maestro Gerardo Lamattina

Cinema e disabilità: “Normabili”…. solo grazie all’energia di Laura Rampini, con la regia del Maestro Gerardo Lamattina

0
0

Una barriera architettonica è un qualunque elemento costruttivo che impedisca o limiti gli spostamenti di una persona, ostacolando il suo accesso a numerosi servizi, o impedendo la sua capacità motoria o sensoriale. Ogni vicenda di questo tipo, porta con se una grossa fatica, ma anche tanti insegnamenti per chi vive un disagio e per le coscienze di tutti noi, ma soprattutto agisce creando in persone che subiscono una grossa mutilazione, una sorta di sogno che a volte si materializza, creando un’emozione talmente intensa in grado di abbattere qualsiasi muro. In questo caso specifico, non servono spranghe o picconi, ma cuore, forza di volontà sostegno, amicizia e tanta voglia di farcela. E all’improvviso, quei gradini o quelle rampe inaccessibili diventano trampolini di lancio, determinati e prevedibili, che centrano obiettivi sofisticati, ma non impossibili.

Un essere umano anche su una carrozzina trasuda passione, e diventa miracolosamente e realmente tutto ciò che desidera essere e significativamente è. Lei esiste nella realtà, lei è la realtà. Il suo nome è Laura Rampini, Umbra di nascita, Ravennate di adozione, 46 anni di energia vibrante, con un primato molto insolito per una che ha perso l’uso delle gambe in un incidente stradale. La carta stampata si è occupata di lei, quando nel 2008 si è lanciata con un paracadute, raggiungendo un primato mondiale decisamente insolito. Ma Laura si è lanciata molto oltre qualsiasi limite, infatti in una giornata particolarmente significativa per le donne , l’8 Marzo, nella sala del Consiglio Comunale di Ravenna, ha presentato il suo ultimo progetto, il corto “Normabili” realizzato dal regista Gerardo Lamattina, altra significativa adozione Ravennate. Due talenti che si sono incontrati, che si sono piaciuti e armonizzati, due persone che hanno un cappello magico pieno di progetti che verranno alla luce molto presto. Laura, con il suo lavoro, ha lanciato una provocazione che si traduce in una sorta di messaggio “speranza” per tutti coloro che vivono la sua condizione. Ha gioito nel rappresentare questo sodalizio lavorativo, che l’ha già vista in precedenza, interprete di un documentario biografico intitolato “Falling,” girato dal suo amico Gerardo, che in quella sede ha affermato “Forse non diventerò mai ricco perchè lavorerò sempre e solo con persone che mi piacciono,” limitando in tal senso la platea dei suoi attori, prediligendo solo personaggi con volti e anime sommariamente imperfetti, ma per lui estremamente significativi e di grosso impatto visivo. Lamattina, mette sempre a disposizione dei suoi cast, la fatica delle sue numerosissime e stimabili competenze di regista, e molto di più, quelle di uomo che accoglie storie, nelle quali sono comprese battaglie da vincere e sfide che lo assorbono ma lo appassionano.
Tra breve si cimenterà nella regia di un film in cui i Ravennati vedranno la loro città teatro e protagonista di un gemellaggio insolito, tra la Cina e la “romagnolita,'” il cui ciak è previsto entro i primi mesi dell’estate.

“Per essere felici ci vuole coraggio”-” Non posso fare tutto ciò che voglio, ma ma voglio fare tutto ciò che posso,”questo è il mantra di Laura, piuttosto che dire o ripeterselo, lei agisce. Si appresta ad affrontare un tour nei mesi futuri, che la vedrà interprete di ” Normabili” il cortometraggio in cui la carrozzina sarà la protagonista solo dell’ultima sequenza. Parteciperà a numerosi festival di settore, e conoscendo la sua determinazione, si prevede un successo assicurato. La Rampini porterà il”teaser”del corto nelle Unità Spinali, negli ospedali, nei centri riabilitativi di mezza Italia, raccontando quanto per lei sia stato facile vivere la normalità anche nella sua condizione, senza drammi ma con entusiasmo a mille.
” Ogni mio progetto è una sorta di figlio” e c’è da giurare che Laura curerà e crescerà i suoi figli con dovizia e determinazione. Gerardo Lamattina autore del progetto, concepisce il cortometraggio che girerà a breve , appunto con Laura protagonista, unica indiscussa e attrice talentuosa, come una sorta di viaggio della normalità, sfruttando le potenzialità infinita e la grinta di una donna di cui si intravede tutto a parte la carrozzina.
E’ stato piacevole durante la conferenza stampa di presentazione di ” Normabili” assistere ad una dichiarazione d’amore in diretta, con una sottintesa proposta di matrimonio da parte del compagno di Laura, che non è sembrata per nulla sorpresa , anzi è apparsa estremamente felice e rinvigorita da una testimonianza così intima e profonda, ma resa in pubblico, da cui attingerà forza e coraggio in misura maggiore. E che dire della colonna sonora di questo corto? ad opera di due musicisti del panorama artistico ravennate Hernandez & Sampedro, un duo acustico con il cuore rapito dalla musica Americana con uno stile singolare e con molte attitudini emozionali… Un perfetto incastro, un puzzle di turbamento perfetto!

Maria Grazia Vannini

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *