Christamas Village: Caffeina chiede l’allargamento, il Comune non grida subito “Bene, prego, accomodatevi” e Il Messaggero si arrabbia

Oggi il Messaggero pubblica la notizia che, nonostante la Fondazione Caffeina abbia chiesto l’allargamento degli spazi per il Christmas Village (per aprire alle zone di Via Roma, Corso Italia, etc..) ormai da mesi, il Comune si ostina a non rispondere: anzi il presidente Baffo si chiede sconcertato come il Comune possa rinunciare ai soldi che ricaverebbe per l’occupazione del suolo pubblico (come fosse noto a tutti che il Comune si arricchisce con le manifestazioni di Caffeina, anche se a noi questo non risulta). Il Messaggero allora parte in quarta e polemizza con Michelini facendosi la domanda “ma non che tutto questo succede perchè Viva Viterbo è uscita dalla maggioranza?”: ma offre però il fianco ad una immediata controdomanda: “ma quando gli spazi venivano concessi allora a Caffeina ciò succedeva solo per “amicizia politica” e non per merito, essendo il Caffeina Party un componente della maggioranza? Sino noti a tutti gli stretti legami esistenti tra la Fondazione Caffeina e Il Messaggero, solo che forse talvolta, specie quando la misura è colma, la “facciatostaggine” e la protervia pseudo vittimistica, la partigianeria fin troppo evidente e clamorosa dovrebbero arrestarsi da sole ad un certo punto per senso del pudore e del limite: ma questo non succede a Viterbo nell’anno del signore 2017, dove, in un eterno carnevale, i lupi si travestano da povere pecorelle incomprese.

(p.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

One comment on “Christamas Village: Caffeina chiede l’allargamento, il Comune non grida subito “Bene, prego, accomodatevi” e Il Messaggero si arrabbia

  1. Che c’azzecca il Messaggero mo so diventati avvocati difensori dell’acculturatore e della carnevalata invernale?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *