Home Politica Certa stampa fa di tutto per sdoganare il “centrodestra dei conflitti d’interesse”: ma è tutto inutile, deciderà Tajani
Certa stampa fa di tutto per sdoganare il “centrodestra dei conflitti d’interesse”: ma è tutto inutile, deciderà Tajani

Certa stampa fa di tutto per sdoganare il “centrodestra dei conflitti d’interesse”: ma è tutto inutile, deciderà Tajani

0
0

“Il centro-destra dei conflitti di interesse” sdoganato dall’house organ della politica viterbese: non passa giorno che non vi siano articoli o interviste che definire agiografiche è poco: il tutto per cercare disperatamente di lanciare un’alleanza che trova molti più oppositori che sostenitori all’interno dello stesso centrodestra. Ieri le dichiarazioni comico-grottesche di Barelli, lo scoop storico della voglia di primarie e di candidature femminili di Forza Italia (per togliere spazio alla renitente alle genuflessioni Chiara Frontini forse?), oggi la risposta dell’ormai loquacissimo Arena che richiama all’ordine i “primaristi”, “Non sono cose da centrodestra”. Insomma, uno sforzo comune collettivo di stampa e partiti di sdoganare il “non sdoganabile”. Uno sforzo che rischia di diventare immane quanto inutile, perchè poi alla fine l’ultima parola sarà il presidente Tajani a darla e la sua decisione potrebbe essere anche clamorosa e inattesa: pensiamo all’eventualità non tanto remota che Berlusconi rifiuti l’alleanza con Salvini e faccia di tutto per favorire un governo di grandi intese con Renzi, cosa succederebbe a Viterbo? Esisterebbe ancora il centrodestra dei conflitti d’interesse oppure avrebbe la meglio una robusta alleanza Pd-Forza Italia? In tal caso Santucci non troverebbe spazio nel partito azzurro per il niet deciso di Fioroni che non accetterebbe neanche, dopo i recenti accadimenti, un’alleanza con Rossi: resterebbero soli Fratelli d’Italia, Viva Viterbo e Fondazione ed allora addio sogni di gloria. Senza contare che siamo sicuri che in tal caso siano veramente fuori dai giochi Marini e Sabatini? Tutto da vedere, e le sorprese potrebbero non mancare: non farebbe male forse al centrodestra dei conflitti di interesse un bagno di umiltà, senza evocare prospettive trionfali che al momento almeno probabilissime non appaiono se non nei lanci favorevoli delle gazzette di regime.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close