Centrodestra sempre più spaccato dopo la scelta di Parisi: “pirozziani” sull’Aventino, tante le minacce di “non voto” a Camera e Senato

La candidatura di Parisi a governatore del Lazio ha provocato grandi malumori nel centrodestra, in molti sono convinti che la scelta sia stata fatta in base alle stesse dinamiche nazionali che sarebbero alla base dell’accordo post-elettorale Renzi-Berlusconi. “Giocano  a perdere per poi fornire anche una stampella d’appoggio a Zingaretti se non avesse una corposa maggioranza” si sente dire tra i pirozziani e gli pdl delusi, specie quelli schierati più a destra, lo stesso Storace ha pubblicato in un video su fb un duro atto d’accusa contro un “centrodestra che tradisce gli elettori e che rischia di pagare pesantemente i suoi errori alla Camera e al Senato: tagliente anche lo stesso Pirozzi che ha tuonato: “Non capisco Tajani,  se ero degno di fare il sottosegretario alla ricostruzione perché non sono degno di fare il presidente della Regione Lazio?». Intanto il sindaco di Amatrice non  demorde e continua la sua corsa solitaria. Sabato 27 sarà in Tuscia: alle ore 10  sarà ospite a Ronciglione per visitare i nuovi locali dell Croce Rossa e della Protezione Civile che tanto si sono prodigate nel portare i soccorsi ad Amatrice subito dopo il sisma. Ad accoglierlo il sindaco Mario Mengoni e Fabio Troncarelli, con i quali proseguirà il suo giro alla volta dell’ospedale Sant’Anna.

Alle 12 sarà a Vasanello al ristorante ‘Nonna Pappa’ , dove verrà ratificata la consegna di una struttura ricreativa donata dalla popolazione di Vasanello, Soriano nel Cimino e Bassano in Teverina, agli abitanti di Amatrice, in seguito alla raccolta fondi cominciata nel 2016 per volontà delle amministrazioni comunali coinvolte. A coordinare le operazioni in quei mesi, in stretta collaborazione con lo stesso Pirozzi, Francesco Ricci, presidente del consiglio comunale di Vasanello.

(p.b.)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *