Home Cronaca Caso Larus: il misterioso, improvviso licenziamento di 5 segretarie mai chiarito, e le 5 domande di cittapaese.it cui Grancini e Fdi non rispondono
Caso Larus: il misterioso, improvviso licenziamento di 5 segretarie mai chiarito, e le 5 domande di cittapaese.it cui Grancini e Fdi non rispondono

Caso Larus: il misterioso, improvviso licenziamento di 5 segretarie mai chiarito, e le 5 domande di cittapaese.it cui Grancini e Fdi non rispondono

0
0

Fu un luglio da incubo quello del 2016 per cinque segretarie della Larus, la società che gestisce la piscina comunale: si trovarono d’un tratto licenziate dalla sera alla mattina senza preavviso e senza spiegazioni e a  loro subentrò a gestire i posti vacanti una cooperativa.

Anche nel corso di un consiglio comunale fu denunciata la cosa dalla consigliera di parità Daniela Bizzarri, ma poi non vi fu seguito, non giunsero spiegazioni ufficiali dal direttore Grancini ( nella foto, stesso tempo consigliere comunale), nè dalla sede viterbese di Fratelli d’Italia nè dalla centrale romana della azienda di Rampelli.

Noi crediamo, comunque, che il direttore-gestore locale di una azienda debba essere in grado di fornire spiegazioni ufficiali da solo, magari confrontandosi prima con la sede nazionale, non può non interessarsi ed essere a conoscenza di quello che succede a Roma, soprattutto se ha un ruolo politico e l’azienda per cui lavora è vicina al suo partito.

Fratelli d’Italia Viterbo, anche con le sue diramazioni sindacali, perchè non si è occupata delle situazione precaria di cinque lavoratrici che avevano perso il posto? Che ha fatto in questi anni Fdi per scongiurare il sopraggiungere della crisi alla Larus?

Intanto noi ripubblichiamo le domande che da due giorni cittapaese.it pone al consigliere Grancini e a Fratelli d’Italia Viterbo.

  1. Perchè il partito all’opposizione in Comune non ha bloccato il rinnovo del contratto di concessione decennale se non vi erano le condizioni per la Larus di proseguire nel miglior dei modi il suo lavoro?
  2. Esistono documenti in cui tecnici comunali  evidenziano le mancanze manutentive dell’impianto? Se no, come mai nessuno ha chiesto l’intervento dei tecnici del Comune?
  3.  Perché  furono licenziate tempo fa  segretarie dalla sera alla mattina e sostituite da altre provenienti da una cooperativa?
  4. Per quali motivi o spese straordinarie una società con ben 3500 iscritti (canone mensile 40 euro) attraversa una crisi così profonda?
  5. Perchè il gestore unico Grancini non ci racconta gli anni della sua gestione e i problemi incontrati nel corso della stessa?

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close