Home Cronaca Caso Fieno: prima di Natale il trasferimento a Viterbo e forse le prime risposte alle domande dei giudici
Caso Fieno: prima di Natale il trasferimento a Viterbo e forse le prime risposte alle domande dei giudici

Caso Fieno: prima di Natale il trasferimento a Viterbo e forse le prime risposte alle domande dei giudici

0
0

A quasi una settimana dal ritrovamento del corpo dei suoi genitori Ermanno Fieno è ancora in stato di fermo ad Imperia, in attesa di essere trasferito a Viterbo prima di Natale. In questi giorni il “gravemente indiziato di omicidio” (l’accusa recita ancora “duplice”, anche se ormai si è quasi sicuri che il padre sia morto per cause naturali) sembra ancora in grado di resistere alla pressione del momento, ma la stanchezza ovviamente è aumentata: e il colloquio fitto di 4 ore con gli avvocati difensori De Santis e Valentini ha messo in evidenza come l’accusato avesse gran bisogno di parlare di se stesso, ancora prima dell’accaduto, dopo anni di grandi sofferenze. Questo non toglie nulla all’efferatezza del delitto di cui viene accusato ( la cui dinamica però è ancora tutta da stabilire), ma offre il quadro di una persona che però avrebbe avuto bisogno di essere aiutata da chissà quanto tempo: e visto che il suo disagio pare fosse evidente, non si riesce a capire, se non gli anziani genitori, il fratello e la sorella perchè non siano in qualche modo intervenuti cercando di comprendere i suoi bisogni. Fratello e sorella che compaiono nella vicenda solo la sera dell’arrivo dei soccorsi e che  a quanto pare non si recavano spesso a casa dei genitori. Così come non si  capisce perchè il “vicino”  proiettato ai vertici della cronaca da una “gazzetta” locale non abbia avvertito la polizia dopo aver ascoltato urla e litigi nell’appartamento dei Fieno e dopo un totale silenzio. Tutte domande cui dovrà trovare una risposta la Procura di Viterbo, cui Fieno potrà se deciderà di collaborare contribuire in maniera significativa.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close