Home Spettacoli Caffeina 2018: Peppe Servillo e Danilo Rea scaldano Viterbo in una fredda sera d’estate
Caffeina 2018: Peppe Servillo e Danilo Rea scaldano Viterbo in una fredda sera d’estate

Caffeina 2018: Peppe Servillo e Danilo Rea scaldano Viterbo in una fredda sera d’estate

0
0

Dà forfait Gino Paoli per la serata a “Caffeina Festival”, ma il subentrante non lo fa rimpiangere: tanto pubblico l’altra sera alla rassegna per il concerto-unicum di Peppe Servillo e Danilo Rea andato in scena a Piazza San Lorenzo. La serata è fredda non poco, ma il cantante degli Avion Travel, impegnato in una elegante rilettura di alcuni classici della canzone napoletana con l’ausilio del sofisticato,  e ottimamente calibrato per l’occasione”, “piano solo” di Danilo Rea, scalda i cuori e le avvizzite membra di un pubblico attento e partecipe che trova l'”estate” nella sua esibizione.

Interpretazioni, le sue,  misurate e scoppiettanti, divertite e divertenti tra “cover” in stile e teatro-canzone, ironia ed “apucundria”, narrazione e canto. “Maruzzella”, “Je te voglio ben assaje”, “Uocche c’arraggiunate”, “Reginella, “Resta cu me”, il concerto è un continuo inanellarsi di perle  che rispetta la tradizione, la supera, la interpreta nel migliore dei modi e non dimentica di “incoronare” Modugno stella di prima grandezza dell’italica canzone di ogni tempo.

Il pianismo di Rea è commemorativo e leggero, spazia in mille rivoli e non disdegna umori “soul” per poi atterrare con gusto sopraffino nel jazzy all’italiana di più riuscita levità e presa. Bella serata.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close