Home Politica Bobo Craxi, incontro a Blera: “Il SI renziano va rispedito al mittente, le esigenze del paese sono altre”
Bobo Craxi, incontro a Blera:  “Il SI renziano va rispedito al mittente, le esigenze del paese sono altre”

Bobo Craxi, incontro a Blera: “Il SI renziano va rispedito al mittente, le esigenze del paese sono altre”

0
0

Un foltissimo pubblico ha riempito ieri sera la splendida Sala San Nicola di Blera, un pubblico attento e partecipe alle “ragioni del NO”, alla base dell’incontro- dibattito con il leader socialista Bobo Craxi, presenti i responsabili della lista civica cittadina Lista Torelli, Massimo e Luca, organizzatori dell’evento.

Craxi nel corso dell’appuntamento ha ribadito che  “l’Italia non ha bisogno di oligarchie, ma di una politica più vicina alle esigenze dei cittadini e che la revisione della Costituzione ci potrà anche essere se non sarà solo una scorciatoia usata dal potere per rafforzarsi senza confronto  e far perdere di sovranità gli elettori confusi da una campagna per il Si propagandata con ingente dispiego di forze e fatta apparire come un avallo ad un tentativo di tagliare gli eccessi e di combattere il debito pubblico. Nulla altro che un’ operazione demagogica che una sinistra moderna, europea, che non deve dimenticare che è nata in primis per difendere le fasce di popolazione più disagiate, non può che respingere al mittente”.

“Renzi non può rappresentare un politico di tradizione socialista- ha proseguito poi il leader socialista- è un liberal popolare liberista lontanissimo dalla nostra cultura. Questo paese non ha più bisogno di uomini soli al comando, di “leaderismo televisivo”, bisogna occuparsi immediatamente dei problemi effettivi che verifichiamo quotidianamente, l’impoverimento delle classi medie e popolari, la mancanza totale di redistribuzione della ricchezza, la messa in sicurezza dei tanti territori a rischio sismico, la corruzione che tanti miliardi manda in fumo così come l’evasione fiscale. Siamo stati e abbiamo tutto per essere una grande potenza mondiale, non siamo finiti in basso come sembra, è necessario solo che la politica ritrovi il suo senso, anche una sua accettabile onestà, e deve farlo subito; la narrazione renziana certo ci porta sulla strada sbagliata, è necessario cambiare direzione e recuperare la migliore tradizione della sinistra democratica italiana”.

Nel corso della serata Massimo e Luca Torelli hanno confermato l’appoggio convinto della loro lista al No al referendum, ribadendo che il loro impegno civile su un territorio spesso maltrattato o non valorizzato appieno sarà destinato ad aumentare nei prossimi mesi, al fine di lavorare con sempre maggiore convinzione alla creazione di una solida alternativa al balbettante status quo blerano attuale.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close