Home Politica Amministrative: rovinosa la sconfitta del Pd, ma il segretario Egidi non si dimette. Il suo è un incarico a vita?
Amministrative: rovinosa la sconfitta del Pd, ma il segretario Egidi non si dimette. Il suo è un incarico a vita?

Amministrative: rovinosa la sconfitta del Pd, ma il segretario Egidi non si dimette. Il suo è un incarico a vita?

0
0

E anche dopo la rovinosa sconfitta subita alle amministrative di ieri con la perdita, in un sol colpo, di Tarquinia e Ronciglione non si sono ancora levate voci di autocritica in casa pd: solo il candidato sindaco Ranucci  (Tarquinia) dopo la batosta ha già dichiarato di non volerne più sapere di politica e candidature, ma il silenzio del segretario provinciale Andrea Egidi si è fatto in queste ore sempre più assordante. Non ricordiamo da quanti anni Egidi sia segretario del Pd, la nostra memoria va anche un bel po’ indietro nel tempo a quando lo era nei ds: in pratica Egidi è segretario da sempre e non si riesce a capire perchè,  sia in tempi di vacche magre che di vacche grasse,  lui sia sempre lì ad essere eletto segretario; un ruolo che ricopre con esagerato amore del low profile, visto che i suoi interventi pubblici sono rari, la sua leadership poco avvertibile, la sua capacità di incidere nel partito e sul territorio con il suo autorevole intervento non particolarmente significativa ad una analisi oggettiva. Non sarebbe il caso che dopo anni di ripetute enormi responsabilità addossate sulle sue spalle  Egidi tirasse un po’ il fiato e si facesse da parte rassegnando comprensibili dimissioni?Non farebbe male un ricambio alla segreteria ad un partito democratico dilaniato dalla lotta fra correnti, caratterizzato dalla gestione padronale di Fioroni, Sposetti e Panunzi molto più visibili e ultrapresenti nella politica cittadina rispetto al sempiterno Egidi. Un avvicendamento della classe dirigente di tanto in tanto avveniva anche nel Pcus, ma tra i democrats viterbesi non è  consentito. Nessuno deve disturbare i tre manovratori, chi lo facesse peccherebbe di lesa maestà: eppure Egidi stavolta davvero dovrebbe come minimo rimettere a disposizione il suo mandato, non si può far finta sempre di nulla. Sempre che il suddetto mandato non sia a vita, ovviamente, e destinato ad essere poi ereditato da figli e nipoti.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close