Acque agitatissime in F.I., Bacocco attacca Marini “Non ha difeso Arena”: l’ex sindaco al vetriolo “Bacocco è un signor nessuno, vi racconto quando fece votare i suoi per il centrosinistra”

Stamane dalle colonne del “Corriere di Viterbo” il coordinatore provinciale di Forza Italia Dario Bacocco attacca duramente il capogruppo comunale Giulio Marini che a suo dire non avrebbe difeso l’ex assessore Giovani Arena in occasione della sua recente discussa dichiarazione pro- Fondazione Caffeina dopo i fatti di venerdì scorso. Intercettato telefonicamente da cittapaese.it l’ex sindaco non si lascia pregare per rispondere e lo fa in maniera secca e decisa non negandoci clamorose rivelazioni al vetriolo: leggete con attenzione. “Bacocco io a stento so chi sia- esordisce ironico Marini- essendo lui approdato a Forza Italia solo nel 2010 dopo che io già avevo scalato i vertici del partito sia a livello locale che provinciale. Non posso riconoscerlo, anche perchè un coordinatore provinciale che non invita il capogruppo comunale alle riunioni di partito non può essere considerato tale, per me non esiste”. “Io sono sempre stato schierato- continua l’ex sindaco- e sempre lo sarò con il centrodestra, non conosco i tatticismi della politica politicante, la rifiuto. Su questo non penso che Bacocco possa dire lo stesso perchè si ricorda benissimo il suo invito ai suoi a votare Mazzola presidente in provincia, come si sa candidato del centrosinistra. Evidentemente il signor Bacocco, oltre ad essere un signor nessuno, ha scarsa memoria riguardo le sue scelte trasversali”. “La mia non è una battaglia politica contro Caffeina, sto vedendo le carte, voglio che le regole siano uguali per tutti in questa città, che non vi siano privilegiati che la politica difende per i propri scopi. Politica e regolamenti amministrativi sono due cose distinte e separate e tali devono restare, lo dico ancora una volta e spero proprio che non ci sia bisogno di ripeterlo” conclude Marini.

(pasquale bottone)

About the author:

. Follow him on Twitter / Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *