71, 95 auto circolanti su 100 abitanti, ma così Viterbo soffoca: quel vecchio “vizio” dimenticato della passeggiata salutare

C’è un dato che ci ha particolarmente colpito su quelli riguardanti Viterbo pubblicati da Legambiente sull’ecosistema nel capoluogo: quella percentuale altissima di auto circolanti, 71, 95 su 100 abitanti: numeri che inquietano e che lasciano pensare ad una città di automobilisti in azione, non di cittadini. E qui le istituzioni possono farci davvero poco, si …

Certa stampa fa di tutto per sdoganare il “centrodestra dei conflitti d’interesse”: ma è tutto inutile, deciderà Tajani

“Il centro-destra dei conflitti di interesse” sdoganato dall’house organ della politica viterbese: non passa giorno che non vi siano articoli o interviste che definire agiografiche è poco: il tutto per cercare disperatamente di lanciare un’alleanza che trova molti più oppositori che sostenitori all’interno dello stesso centrodestra. Ieri le dichiarazioni comico-grottesche di Barelli, lo scoop storico …

L’esercito del “copia e incolla “a caccia di “regalie”: più aumentano le “testate”, più diminuisce la credibilità dell’informazione cittadina

Non sono solo le classi politiche e dirigenti viterbesi ad essere pesantemente compromesse con il sistema di clientele, favori, “comitati di affari”, del tutto trasversale che tiranneggia città e cittadini: il mondo della cosiddetta informazione non è da meno. Tutto parte dalla diffusa sensazione, una volta nata la stampa on line, che il giornalista fosse …

La Saraconi, l’assessora eterea che forse c’è, ma non te ne accorgi: una donna, un simbolo dell’amministrazione “slow motion” micheliniana

Ma l’assessora Raffaella Saraconi, che tra le altre deleghe aveva anche quella per il centro storico e le periferie urbane è ancora in carica vero? No, perchè di lei si sente parlare così poco che il dubbio viene, non è che è andata via, si è dimessa magari per motivi personali? Eppure la sua presenza …

La doppia vita di Giacomo Barelli, avvocato di “caffeina” e portavoce di “viva viterbo”: parla tanto, ma la sua “comicità grottesca” non fa ridere nessuno

Barelli vive due vite che dovrebbero essere parallele, ma che invece s’incontrano ogni giorno nella vita reale che sembra sempre più paradossale cittadina: quella di portavoce di Viva Viterbo, che dovrebbe essere un movimento politico, e di avvocato di caffeina che dovrebbe essere una fondazione privata. Le due vite interferiscono probabilmente una con l’altra, ma …

Fioroni “neo-renziano ortodosso”, dimentica il caso Boschi e dà addosso a Visco: l’importante è farsi ricandidare alle “politiche”

Conclusasi l’era della rottamazione (che ha riguardato solo la sinistra interna non convertita) i rapporti tra Fioroni e Renzi sono assai migliorati: tant’è vero che la ricandidatura alle politiche dell’onorevole di Pianioscarano sembra ormai “non impossibile”. Anche perchè il “popolare” Fioroni nel frattempo è diventato “renziano ortodosso”, seguace convinto e affezionato dell’ex premier di Rignano: …

Minacce indirette, pressioni indebite e ricatti al direttore di cittapaese.it Pasquale Bottone che dice: “Di questi “miserabili” non mi curo, vado avanti per la mia strada”

Abbandoni definitivamente l’illusione chi pensa che Viterbo sia una città tranquilla: magari sarà noiosa, ultimamente in perenne stato comatoso, ma tutto fuorchè tranquilla, con giochi sotterranei inquietanti e “pericolosi”. Quando ho aperto cittapaese.it avevo già deciso che avrei detto la mia senza peli sulla lingua su tutto quello che sarebbe successo in questa bella e …

La Provincia del Presidente e degli assessori “senza portafoglio”: nomine per il “volontariato” a Palazzo Gentili?

In attesa di capire quali magiche sorti toccheranno all’istituzione Provincia, abolita da Renzi, uscita dalla finestra e rientrata dalla porta dopo il referendum dello scorso 4 dicembre, sorprende leggere che il neo eletto presidente Nocchi ha già assegnato alcune deleghe ai consiglieri del suo schieramento come fossero assessori: la domanda è come faranno suddetti consiglieri-assessori …

Le ideologie dopo, prima mandare via i “mercanti dal tempio”: Viterbo può ripartire da etica, regole chiare e trasparenza

Chiariamo subito il significato del titolo: non certo quello di incoraggiare il trasformismo e i passaggi tattici da una coalizione all’altra, con la scusa del tramonto delle ideologie, ben differenti gli “approdi” che ci auguriamo arrivando quasi ad invocarli come una priorità di Viterbo. Ci rivolgiamo alle tante esperienze civiche già nate o che stanno …