Boatos “centrodestra revival”: ma il sindaco Giovanni Arena vuole farlo veramente: cronaca di una “quasi utopia” estiva

Pare che l’avvenuta riunione del “centrodestra revival” dell’altra sera sia stata organizzata nei minimi particolari e pubblicizzata ad arte per verificare la reazione dell’opinione pubblica all’ingresso del caffeina party alias Viva Viterbo nella coalizione (reazione apparsa ai più non fredda, glaciale). Si vocifera, comunque che l’accordo tra Santucci, Arena, Rotelli e Rossi è stato già …

Le foto dell’ incidente sul lavoro di Via della Palazzina ed il morboso cinismo di Tusciaweb: quando l’informazione è priva di etica e di buon gusto

Una mattina caldissima di fine luglio, un operaio dell’est che sta lavorando ad un piattaforma in via della Palazzina, nel centro di Viterbo: sono da poco passate le undici quando cade e atterra sul selciato dopo un volo di dieci metri. Sulle prime le sue condizioni sono gravissime, viene subito trasportato all’ospedale dove, dopo 24 …

Teatro Unione : il jolly vincente è in casa e si chiama Alfonso Antoniozzi: vi spieghiamo perchè

La querelle sulle condizioni certo non esaltanti in cui abbiamo scoperto il Teatro dell’ Unione alla riapertura non ci interessa più di tanto anche perchè, volendola veramente affrontare bisognerebbe ripercorrere tante situazioni non chiare, coinvolgere personaggi non trasparenti che il loro peso lo hanno avuto sui gravi ritardi: non può essere quindi gettata la croce …

Quando la coerenza non è un optional: Fusco (Lega con Salvini): “Nel centrodestra Viva Viterbo non può stare, ha lavorato sinora con Michelini”

La coerenza in politica non è un optional per tutti a quanto pare: almeno a leggere l’intervento di oggi del coordinatore locale di Noi con Salvini Umberto Fusco (nella foto) sull’house organ ufficiale della politica viterbese. A proposito delle cene di riorganizzazione di un nuovo (??) centrodestra almeno autoconvocatosi come tale, Fusco ha tenuto a …

Verso le comunali: troppi conflitti d’interesse, Viterbo seppellita da bassa politica e voto di scambio. E’ ora di cambiare strada e di ristabilire regole uguali per tutti

Ormai è chiaro, Viterbo con tutto il suo potenziale mai valorizzato di bellezza e vivibilità ha urgente bisogno di ridefinirsi e di trovare nuovi sbocchi per il suo futuro: la strada attuale seguita da politici, istituzioni e classe dirigente ha frenato e continua a bloccare un suo armonico sviluppo, le logiche del potere locale continuano …

Il triste centrodestra dei riciclati che guarda al passato: e i dubbi di Santucci uomo di potere convertito al movimentismo (o no?)

Preoccupante quando una amministrazione cittadina sta per concludere il suo mandato senza certo lasciare rimpianti che l’altra parte politica mostri di non avere nuove idee e di voler tornare addirittura all’antico: non sembra altro che uno scalcinato esercito di riciclatori di se stessi infatti il centrodestra viterbese. Un asse che dovrebbe comprendere Fondazione di Santucci …

Turismo, per Viterbo continua ad essere l’anno zero: manca un’idea di città e l’individuazione di un target, solo vecchio folclore e demagogia

Checchè ne dicano le gazzette agiografiche locali Viterbo continua a godere di una frequentazione turistica sporadica e occasionale: i bed and breakfast e le case vacanza lavorano perchè di gente per 1 max 2 giorni ne capita in città, ma prevalentemente di passaggio perchè interessata a proseguire per la capitale, l’Umbria o la Toscana. Potremmo …

Ciuff Ciuff, venite tutti, passa per la città il trenino di Michelini: vedrete ci sarà presto un trenino veloce veloce anche per Roma: con il nostro sindaco i sogni diventano realtà

Deve essere stata dura per Michelini & C amministrare Viterbo in questi anni, povere anime! Lavoro, lavoro lavoro, mai un minuto di pausa e di divertimento: volete che quando una ditta propone loro di sperimentare il trenino cittadino non corrano tutti felici e contenti con gli occhi sorridenti come bambini che hanno vinto un premio …

Cercasi candidati sindaci per le prossime comunali pensanti, liberi e trasparenti: ma si vedono in giro quasi solo i servi sciocchi dei notabili

E iniziata in pratica la campagna elettorale per le prossime comunali: molto movimento, ma di candidati sindaci possibili pochi o nessuno. Il vero dramma è questo, manca in entrambi gli schieramenti una figura che possa rappresentare la necessaria discontinuità col passato, solo ipotesi vaghe e baloon d’essai fini a se stessi. L’allontanamento della politica, che …